Agevolazioni per le aziende che tornano a frequentare le fiere internazionali (all’estero e in Italia)

Autore: 
A cura della Redazione
Lunedì, Settembre 7, 2020
Sace Simest, la società di Cassa Depositi e Prestiti, sostiene la partecipazione di tutte le piccole e medie imprese, in forma singola o aggregata, a MidCap e grandi aziende a fiere, mostre, missioni di sistema e eventi promozionali, anche virtuali, per promuovere il proprio business su nuovi mercati internazionali.

Sace Simest, la società di Cassa Depositi e Prestiti, sostiene la partecipazione di tutte le piccole e medie imprese, in forma singola o aggregata, a MidCap e grandi aziende a fiere, mostre, missioni di sistema e eventi promozionali, anche virtuali, per promuovere il proprio business su nuovi mercati internazionali. A questo scopo, è stato istituito un nuovo sistema di finanziamento con l’obiettivo di supportare le aziende italiane nel loro percorso di espansione verso nuovi mercati esteri. Dal 6 agosto 2020, quindi, le imprese di tutte le dimensioni avranno la possibilità di partecipare alle fiere internazionali, anche virtuali e anche in Italia, prendendo in prestito fino a 150.000 euro a tassi praticamente azzerati, con la possibilità di convertire una quota di finanziamento agevolato in fondo perduto (il 40%), un’opportunità per un’ampia platea sempre più ampia di imprese.

La novità arriva dal Decreto Rilancio che prevede sette diverse tipologie di attività ammissibili, dagli studi di fattibilità, alle fiere estere, con un innalzamento dei massimali e la possibilità, fino a fine anno, di non richiedere alcun tipo di garanzia. Sono escluse solo le aziende operanti nei settori di cui dell’art. 1 del regolamento UE n. 1407/2013. I benefici sono diversi: c’è la possibilità di richiedere l'esenzione dalle garanzie per tutto il 2020; di ottenere fino al 40% del finanziamento (nel limite di 100 mila euro) a fondo perduto; il rimborso quota restante a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE; una migliore visibilità del brand presso i buyer di settore e di promuovere la propria attività nei mercati esteri. Quali sono le spese finanziabili? I costi di iscrizione con relativi oneri e diritti fissi obbligatori; le spese per l’area espositiva; le spese logistiche; le spese promozionali; le spese per consulenze connesse alla partecipazione alla fiera/mostra. La tipologia delle spese da sostenere per la partecipazione a missioni di sistema è ricompresa nel suddetto elenco.

Qual è l’iter della domanda? È semplice: l'impresa presenta la richiesta di finanziamento a Simest attraverso il nuovo Portale dei finanziamenti (una volta completato, il modulo di richiesta viene scaricato dal Portale e, acquisita la firma digitale del Legale Rappresentante dell’impresa, può essere inviato attraverso il Portale stesso). Poi l’impresa anticipa i documenti della stipula in fase istruttoria e firma le condizioni generali di contratto e le clausole vessatorie contestualmente al modulo di domanda.

L’esito conterrà le condizioni particolari che andranno firmate successivamente alla delibera ed inviate tramite il Portale Simest. L’impresa richiedente il finanziamento agevolato dovrà fornire a Simest eventuali chiarimenti e/o documentazione integrativa entro quindici giorni dal ricevimento della richiesta scritta di Simest.

Laddove necessario Simest si riserva di chiedere ulteriori chiarimenti per il completamento dell’istruttoria, che dovranno essere forniti nei termini indicati nella relativa comunicazione. In caso di mancato o incompleto riscontro alle richieste di chiarimenti, la domanda di finanziamento è da intendersi archiviata e priva di effetti. L’importo massimo è di 150.000 euro per ciascuna impresa. Il finanziamento può coprire fino al 100% dell'importo preventivato e può essere concesso per un importo non superiore a quello consentito dall’applicazione della normativa comunitaria "de minimis" ed entro il limite di esposizione verso il Fondo 394 (50% dei ricavi medi dell'ultimo biennio). In ogni caso, il finanziamento non può superare il limite del 15% del fatturato dell'ultimo esercizio.

La prima erogazione a titolo di anticipo, di importo pari al 50% del finanziamento deliberato, è effettuata entro 30 giorni dalla data di perfezionamento o dalla data di adempimento delle eventuali condizioni sospensive (inclusa, ove prevista, la consegna della garanzia). Tali condizioni dovranno essere soddisfatte, a pena di revoca, entro 3 mesi dalla data di perfezionamento. La seconda erogazione a saldo dell’importo rendicontato è effettuata entro 17 mesi dalla data di perfezionamento.

Dal completo ricevimento della documentazione necessaria, integrata, se del caso, con quanto richiesto, l’istruttoria è sottoposta da Simest, alla prima riunione utile, al Comitato Agevolazioni che delibera sulla domanda di finanziamento.

Share

LEGGI ANCHE

Mondo digitale

Pablo Foncillas Diaz-Plaja, esperto di marketing, autore, consulente e docente di fama internazionale, sarà protagonista del webinar, tenuto in lingua inglese, intitolato “How marketing leads the digital transformation: ideas, examples and trends”, proposto da

Corpore sano per una mens sana.

Fitness app

Fitness club e centri sportivi stanno affrontando la cosiddetta Fase 3 dell'emergenza Coronavirus, profondamente influenzata dalla digitalizzazione.

Ragazza che gioca a Padel

Tra gli sport che hanno ottenuto maggior successo dopo il lockdown figura sicuramente il Padel, inventato negli ani Sessanta da Enrique Corcuera, svolto utilizzando una racchetta corta più facile da maneggiare, risultando dinamico e reattivo.

Chuck Runyon e Dave Mortensen

Dopo le ultime aperture – avvenute a Rho, in provincia di Milano, a Francavilla, in provincia di Chieti, e a Verona – Anytime Fitness ha reso noto che aprirà altri 9 club nel nostro Paese entro la fine dell’anno, raggiungendo così quota 35.

Migliora l'umore, rafforza la motivazione e trasmette energia. In una parola: musica.