Anytime Fitness, il business che funziona

Cliente Anytime Fitness
Mercoledì, Maggio 3, 2017
Con un concept vincente e una formula di franchising efficace, Anytime Fitness conta oggi più di 3.500 club in 30 paesi, 5.000 contratti di franchise venduti e 3 milioni di soci. Ora propone la sua interessante opportunità di business anche in Italia

Idea di business vincente, piani d’espansione mondiale, modello di franchising ottimizzato, redditività che permette un rientro veloce dall’investimento iniziale. È questo, in estrema sintesi, il modello Anytime Fitness. Più esattamente la “filosofia”, per utilizzare la definizione della casa madre. Nata nel 2002 in Minnesota, negli Stati Uniti, la catena di palestre in franchise ha basato il suo successo su un’idea di business semplice ma rivoluzionaria, che contempla anche l’apertura 24 ore su 24. Dal primo club, aperto 15 anni fa, Anytime Fitness è cresciuta significativamente. Oggi conta più di 3.500 strutture in 30 paesi del mondo e 5.000 contratti di affiliazione già sottoscritti. 30mila dipendenti e 3 milioni di soci danno un’idea chiara delle dimensioni di questo business. Il primo club d’Italia è stato aperto a Roma a maggio del 2016 e sono 16 le affiliazioni sottoscritte nel 2017, 8 delle quali si trasformeranno in club operativi entro la fine dell’anno.

Entrepreneur, la rivista statunitense di business che ogni anno stila Franchise 500, la classifica dei franchising più solidi e redditizi, ha premiato Anytime Fitness come miglior modello di affiliazione per tre volte consecutive, l’ultima delle quali nel 2016. Tra i fattori chiave tenuti in considerazione dal magazine per realizzare questa graduatoria figurano la solidità finanziaria, il tasso di crescita e la dimensione della rete.

Logo Anytime Fitness

Chi sono i franchisee di Anytime Fitness

Il potenziale affiliato di Anytime Fitness è un imprenditore, un investitore o un businessman che intende diversificare il suo portafoglio o investire in un nuovo settore senza avere un’esperienza pregressa nel campo. Ma anche un operatore del mercato del fitness che desidera convertire il proprio club a un modello di business più remunerativo, identificato da un marchio globale di successo. Il primo passo consiste nel proporre una location già individuata, oppure nell’affidarsi al supporto di Anytime Italia per la ricerca. Ogni immobile viene studiato, ispezionato e analizzato dalla casa madre sia per verificarne l’adeguatezza agli standard richiesti, sia per garantirne un sicuro successo economico attraverso un sofisticato software di geomarketing in grado di scendere fin nel minimo dettaglio socioeconomico della zona in cui dovrebbe aprire la palestra. Uno dei requisiti fondamentali degli spazi che diventeranno un club Anytime Fitness è una metratura compresa tra i 500 e i 600 metri quadrati, oltre a un ingresso direttamente sulla strada per garantire la visibilità del brand.

 

L’investimento
Quanti soldi servono per aprire un centro Anytime Fitness? L’investimento varia da 250mila a 350mila euro. Tale cifra comprende i 39mila euro di fee d’ingresso, i 10mila euro di primo deposito per il leasing sulle attrezzature e i lavori di ristrutturazione e adeguamento dei locali.

La forbice dell’investimento è dovuta proprio alla tipologia dei lavori che si rendono necessari per adeguare il locale agli standard aziendali. La royalty per il primo anno corrisponde a una cifra fissa pari a 525 euro per i primi 500 clienti. Dal secondo anno in poi è pari a 1,50 euro per ogni iscritto. Per quanto riguarda le risorse umane, ogni club impiega mediamente 3 persone a tempo pieno e alcuni istruttori part time il cui numero dipende dal programma dei corsi proposti. Una struttura che  assicura il contenimento dei costi e l’efficienza lavorativa.

 

I servizi offerti all’affiliato

Pagando la fee d’ingresso (franchise fee), l’affiliato beneficia di una serie di servizi, il più importante dei quali consiste nell’entrare a far parte di un network globale e consolidato con tutte le economie di scala che ciò comporta. Qualche esempio? La possibilità di accedere ai finanziamenti grazie alle relazioni create dalla casa madre con alcuni istituti di credito; l’accesso a una piattaforma gestionale (dashboard) che guida l’affiliato a partire da 6 mesi prima dell’apertura e successivamente per il resto della sua permanenza nella famiglia Anytime Fitness; l’utilizzo di un sistema integrato di CRM che consente di interagire con tutti gli affiliati nel mondo, condividendo campagne di comunicazione, brochure, attività promozionali e aggiornamenti continui, diventando membro attivo di un vero e proprio “business network”.

 

La formazione del team

La casa madre garantisce la formazione continua dell’affiliato e dei suoi collaboratori. Più esattamente, il franchisee è “stimolato” ad aderire a un calendario annuale di training che gli permette di acquisire tutte le conoscenze gestionali e operative per condurre il business Anytime Fitness, così come di accumulare crediti formativi obbligatori fino al raggiungimento di 1.200 punti. Il programma inizia con una full immersion di 4 giorni nel corso dei quali il franchisee – dopo aver firmato il contratto – viene guidato passo per passo nel processo di costruzione e apertura del proprio club, fino alla pianificazione e al lancio della prevendita. Il resto del programma formativo è strutturato affinché il franchisee possa partecipare a giornate di training su ogni argomento pertinente alla gestione del business.

 

Il modello di business e perché investire in anytime fitness

Ma quali sono i profitti e qual è il ritorno sull’investimento? Il fatturato medio del primo anno operativo si attesta intorno ai 450mila euro e a regime raggiunge i 600mila. Il modello di business è strutturato per garantire un margine operativo lordo adeguato al comparto industriale di riferimento, pari a circa il 25%. Il ritorno sull’investimento (ROI) è pari al 30% e garantisce il rientro del capitale investito in un tempo medio di due anni e mezzo.

Il mercato italiano del fitness è estremamente polverizzato. Conta più di 6.500 attività, molte delle quali disorganizzate e con pochi mezzi economici. Nei paesi europei dove Anytime Fitness è presente, come il Regno Unito e la Spagna, molte palestre si sono rivolte ad Anytime Fitness al fine di riconvertirsi ed entrare a far parte di una rete strutturata che dà supporto. Nell’industria del fitness europea, e in modo particolare in quella italiana, il segmento economico franchise è agli albori e l’unica azienda multinazionale e solida che lo rappresenta sul territorio nazionale oggi è Anytime Fitness. Il modello prevede la gestione di quella che viene definita “palestra di quartiere” in virtù delle sue dimensioni e della sua tipologia di offerta che consentono di competere efficacemente con i family club multiservizio, che propongono l’abbonamento mensile a 100 euro, e i club low cost che propongono solo attrezzi e l’abbonamento mensile a 19,90 euro. Il posizionamento geografico prevede l’apertura del club in un territorio urbano popolato da circa 25.000 residenti in un’isocrona di 10 minuti di percorrenza. L’80% dei clienti di un fitness club (qualunque tipo) risiede e/o lavora nell’isocrona consistente in una distanza percorribile in 10 minuti.

 

Italia-Australia, andata e ritorno

Domenic Mercuri, imprenditore di successo in Australia, e Rino Centrella, imprenditore pluriaffiliato con ben 15 club Anytime Fitness aperti in Australia (ritratti nella foto in basso), hanno deciso di portare Anytime Fitness anche in Italia, loro patria di origine, partendo da una certezza: se il marchio è presente con 500 club in un Paese di poco più di 23 milioni di abitanti, senza nemmeno una chiusura in 6 anni, in Italia le potenzialità sono pressoché infinite.

E oggi, dopo una lunga trattativa con la casa madre statunitense, guidano una realtà che vuole crescere anche nel nostro Paese.

Domenic Mercuri e Rino Centrella

 

A Curno il primo club convertito

Massimo Lodigiani (nella foto in basso) è un imprenditore che è entrato nel settore fitness 4 anni fa con un modello di business low cost, attratto dalla facilità di collocamento del prodotto per via del prezzo aggressivo e della sua potenziale attrattività per il segmento di mercato composto dai consumatori meno esigenti.

Dopo 4 anni di gestione, e a seguito di un crescente decremento dei ricavi e dei relativi margini, ha deciso di “cambiar pelle” affiliandosi ad Anytime Fitness, riposizionando il proprio prodotto in un segmento più alto e più adatto al proprio territorio.

Massimo Lodigiani

 

 

Share

LEGGI ANCHE

LongFit

Si chiama LongFit e verrà presentato il 15 febbraio a Bologna, in occasione del ForumClub, il nuovo network per palestre che vogliono diventare Longevity Center, per offrire nuovi servizi di a

HEITZ System

Heitz, azienda francese specializzata nella realizzazione di soluzioni software per la gestione completa di fitness-wellness club, centri benessere, centri sportivi e piscine, vanta 25 anni di esperienza nell’ambito del controllo accessi e del CRM.

CoWellness Masterclass

CoWellness  è la nuova azienda di servizi ideata per fornire a palestre, fitness club e scuole sportive di ogni dimensione un supporto a 360 gradi al fine di aiutarle concretamente a sviluppare il proprio business.

Comunicazione CoWellness

Il mercato del fitness è oggi sempre più competitivo: l’apertura in Italia di un numero sempre maggiore di club appartenenti a grandi catene mette ogni giorno in difficoltà il lavoro dei centri indipendenti.

Locandina IMD 2019

Anche quest’anno il meglio dello Spinning® mondiale si dà appuntamento in Italia.

Materasso sportivo Big Ape

Sin dalla sua nascita, il brand Big Ape esprime innovazione in un mercato apparentemente statico, e quasi nascosto, come quello dei materassi sportivi.