Bambini e adolescenti italiani troppo sedentari

Bambina con smartphone
Autore: 
Redazione
Martedì, Maggio 22, 2018
I dati diffusi dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità sugli stili di vita dei bambini della scuola primaria e sui comportamenti a rischio nella pre-adolescenza e nell’adolescenza continuano a essere allarmanti per quanto attiene a sedentarietà e sovrappeso

I sistemi di sorveglianza OKkio alla Salute e Health Behaviour in School-aged Children (Hbsc), promossi e finanziati dal Ministero della Salute e coordinati dall’Istituto Superiore di Sanità, forniscono indicazioni sugli stili di vita dei bambini della scuola primaria e sui comportamenti a rischio nella pre-adolescenza e nell’adolescenza.

I risultati dell’edizione 2016 dell'indagine condotta da OKkio alla Salute confermano che i bambini italiani tendenzialmente svolgono poca attività fisica: il 34% dedica al massimo un giorno alla settimana (almeno 1 ora) allo svolgimento di attività fisica strutturata e quasi 1 bambino su 4 dedica al massimo un giorno alla settimana (almeno 1 ora) allo svolgimento di giochi di movimento. Nelle Regioni del Sud i più piccoli sono meno attivi rispetto ai loro coetanei che vivono nelle Regioni del Nord e le femmine risultano più sedentarie dei maschi.

È bene ricordare che l'Oms e la comunità scientifica raccomandano di limitare il tempo che i bambini trascorrono davanti allo schermo (televisione, computer, videogiochi, smartphone e tablet) a un massimo di 2 ore al giorno anche perché questa attività può indurre a un maggior consumo di spuntini a elevato contenuto calorico e può interferire con il sonno, la cui carenza è un noto fattore di rischio per l'obesità.

Per quanto concerne i comportamenti che favoriscono la sedentarietà, lo studio rivela che in Italia il 44% dei bambini ha la TV nella propria camera da letto e il 41% trascorre più di 2 ore al giorno davanti a uno schermo (TV, videogiochi, tablet, smartphone). Questo comportamento, che favorisce la sedentarietà, è più diffuso tra i bambini che vivono al Sud, nei maschi e in coloro i cui genitori hanno un basso livello di scolarizzazione.

OKkio alla Salute svela inoltre dati allarmanti inerenti sovrappeso e obesità, condizioni di rischio per la salute. Tra i bambini di 8-9 anni, 1 su 3 è in sovrappeso o adirittura obeso, rispettivamente il 21,3% e il 9,3%. Le femmine sono meno obese dei maschi (8,8% vs 9,7%) e le Regioni del Sud e del Centro registrano un tasso di sovrappeso e obesità infantili più elevato. Nonostante nel corso degli anni i bambini in eccesso ponderale siano diminuiti (dal 35,2% della prima rilevazione del 2008-2009 al 30,6% della quinta rilevazione), tra i Paesi europei aderenti alla "sorveglianza Cosi" (Childhood Obesity Surveillance Initiative), l’Italia continua a presentare valori elevati in tale ambito.

I fitness-welness club e i centri sportivi italiani possono giocare un ruolo importante nella battaglia alla sedentarietà e al sovrappeso dei giovanissimi, avviandoli all'attività motoria costante e alimentando la loro motivazione.

 

Potrebbe interessarti anche questo articolo

 

Share

LEGGI ANCHE

Esercizi a corpo libero

Quattro triliardi di dollari, corrispondenti a 3,6 triliardi di euro, Tanto vale, a livello globale, l’economia del benessere, o wellness che dir si voglia, inteso come cura della persona a trecentosessanta gradi, dal fitness alla salute

Mappamondo Europa

La quinta edizione dello European Health & Fitness Market Report, l'approfondito resoconto dello studio condotto annualmente da EuropeActive e Deloitte, è una dettagliata e utile fotografia del mercato europeo del fitness, del benessere e del

Premiazione Club Award 2017

 

Logo CONI

L'ultima bozza della Legge di Bilancio indica che il mondo dello sport potrebbe subire un importante cambiamento con la scomparsa di CONI Servizi SpA che verrebbe sostituito dalla nuova società Sport e Salute SpA.

Nuotatrice

Uno studio condotto negli Stati Uniti, intitolato CARDIA (Coronary Artery Risk Development in Young Adult Study, letteralmente Studio sullo sviluppo dei rischi per le arterie coronarie nei giovani adulti) ha osservato un campione composto da circa 3.200

Fitness tracker

Il settore del fitness potrebbe presto essere scosso da una grande novità, se le voci sull'imminente realizzazione da parte di Google di un coach che sfrutta l'intelligenza artificiale sono fondate.