Basta con le scuse, è ora di muoversi!

Basta con le scuse, è ora di muoversi! big

di redazione

Ancora una volta i club statunitensi hanno richiamato all’ordine la popolazione con lo slogan “Riprenditi la Tua Salute”, mettendo al bando le consuete scuse accampate dai più per sottrarsi allo svolgimento di attività fisica regolare e al controllo dell’alimentazione.

L’iniziativa rientra nella sesta edizione di I Lost It at the Club!, l’annuale campagna promossa e coordinata dall’International Health Racquet and Sportsclub Association (IHRSA), che quest’anno si è svolta dall’11 gennaio al 5 marzo presso i tanti club d’Oltreoceano che hanno aderito. In buona sostanza, si tratta di un programma motivazionale della durata di otto settimane finalizzato alla perdita di peso, ideato per fornire un significativo sostegno psicologico ai soci che si sono “persi per strada” e ai neo iscritti.

L’iniziativa coinvolge numerosi professionisti che possono realmente aiutare milioni di americani a migliorare il proprio stato di salute e benessere smettendo di accampare scuse per non prendersi realmente cura di sé.

Per rendere le cose più facili a tutti, l’Associazione nordamericana ha realizzato il sito internet healthclubs.com che consente di comparare tra loro i vari club dal punto di vista strutturale, delle attività e servizi offerti, dell’orario di apertura, dell’ubicazione e altro ancora. Lo scorso anno I Lost It at the Club! ha aiutato quasi 5.000 persone a riprendere e rispettare il proprio programma d’allenamento e, al tempo stesso, ad alimentarsi in modo corretto, perdendo, in meno di due mesi, complessivamente 10 tonnellate di peso.

Di seguito, le “risposte giuste” che controbattono le principali scuse accampate per giustificare la sedentarietà:

  • I troppi impegni lavorativi assorbono anche il tempo per svolgere attività fisica.
    Al contrario, più si lavora più si ha bisogno di fare esercizio: un fisico allenato è in grado di reggere lo stress e minimizzare la sensazione di stanchezza.
  • I fitness/wellness club sono troppo costosi.
    Rispetto ad altri servizi, il rapporto qualità-prezzo dei club è straordinario. Come se non bastasse, il mercato odierno offre addirittura club low-cost.
  • Frequentare un club può essere imbarazzante, i soci di solito sono tutti in forma.
    Normalmente la clientela è composta da gente di ogni età e condizione fisica, l’istruttore ha il compito di far sentire tutti a proprio agio e proporre un allenamento adeguato alle capacità soggettive.
  • Non è necessario iscriversi al club se ci si può allenare all’aria aperta.
    È vero, ma c’è un problema. Non sempre, infatti, si può approfittare di una giornata di sole per una corsa al parco: è preferibile diventare socio di un club e poter svolgere attività fisica in qualunque momento dell’anno.
  • Se non si è in sovrappeso non è fondamentale allenarsi con regolarità.
    Lo svolgimento di attività fisica è fondamentale anche per chi non è in sovrappeso. L’esercizio regolare previene l’insorgere di vari disturbi e patologie, migliorando la qualità della vita.
  • Chi si alimenta in modo corretto non ha bisogno di allenarsi.
    Le diete migliori sono quelle combinate a un’adeguata dose di attività fisica.
  • Perché frequentare un club quando ci si può “comodamente” allenare in casa?
    Allenarsi regolarmente e in modo coretto all’interno della propria abitazione richiede spazio, tempo e disponibilità economica: basti pensare che un tapis roulant “accettabile” costa almeno un migliaio di dollari. Tanto vale iscriversi a un club e beneficiare, tra l’altro, di personale qualificato e attrezzature professionali.
  • Il club è un luogo noioso.
    Noioso un fitness club? Niente di più falso. Tapis roulant, bike, step, ellittiche, yoga, pilates, zumba... e tanto altro ancora. I club offrono attività per tutte le esigenze e tutti i gusti.
  • Per stare bene non è fondamentale essere in forma.
    Se l’allenamento fosse una pillola sarebbe il farmaco più efficace mai realizzato. Fortunatamente non lo è e non serve la prescrizione medica per farne uso. Un allenamento fisico costante previene patologie croniche di una certa gravità (come ad esempio l’artrite) e, in generale, migliora la qualità della vita.
  • Non è semplice trovare un club in grado di soddisfare ogni esigenza.
    Il sito www.healthclub.com propone numerosi club del mondo.
Share

LEGGI ANCHE

Istruttrice con allievi

Lo European Register of Exercise Professionals, sinteticamente EREPS, ovvero il Registro Europeo dei Professionisti dell’Esercizio Fisico, è stato creato da EuropeActive nel 2007, quando ancora si chiamava EHFA, acronimo di

Pubblicità fitness club

Dal al 31 di ottobre.

Locandina ACISO Fitness Marketing Day

ACISO Fitness Marketing Day, evento organizzato da ACISO Fitness & Health Consulting e  rivolto a titolari, gestori, responsabili marketing e responsabil

Vent’anni di vita sedentaria fanno male alla salute. Anzi, raddoppiano il rischio di una morte prematura rispetto a chi, invece, vive una vita attiva. A rivelarlo è uno studio norvegese presentato a Parigi, all’European Society of Cardiology.

Locandina #BeActive 2019

Con l’hashtag #BeActive, la quinta edizione della Settimana Europea dello Sport, iniziativa lanciata dalla Commissione europea nel 2015, inizia oggi e terminerà il 30 settembre, coinvolgendo più di 40 Paesi per p

Locandina European Week of Sport 2019

La European Week of Sport,  iniziativa promossa dalla Commissione Europea, promuove da anni l’attività fisica in tutto il Vecchio Continente, esortandone la popolazione, con numerose iniziative, essere attiva,