David Lloyd: una strategia ad hoc per conquistare i senior

Logo David Lloyd Clubs
Autore: 
Redazione
Lunedì, Settembre 2, 2019
Il maggiore operatore europeo per fatturato inserirà in tutti i suoi club un trainer che abbia almeno 55 anni e sta sottoponendo i suoi staff tecnici a un percorso formativo dedicato all’interazione con i clienti in età più avanzata.

Il colosso britannico David Lloyd Leisure – il maggiore operatore europeo per fatturato (545 milioni di euro) che conta 114 premium club in 8 paesi, 99 dei quali nel Regno Unito – ha recentemente reso noto che entro la fine del 2022 intende inserire in tutte le sue strutture almeno un trainer di età uguale o superiore a 55 anni.

L’obiettivo di questa interessante operazione è avvicinare il target di consumatori composto dai senior mettendo a loro disposizione professionisti con i quali risulti più facile relazionarsi. Una strategia ispirata anche al recente studio condotto da Public Health England e ukactive dal quale è emerso che le persone in età matura si sentono in imbarazzo quando si alleano in presenza di altre persone e questo disagio le induce a farlo con meno costanza rispetto ad altre fasce generazionali.

David Lloyd Leisure, che si appresta ad aprire altri 100 club nel Regno Unito, sta inoltre sottoponendo i propri tecnici a un percorso formativo specifico che insegna a interagire con i clienti in età più avanzata. Una formazione ad hoc per apprendere le nozioni necessarie per aiutarli ad acquisire sicurezza e al tempo stesso motivarli, anche tramite consigli nutrizionali e programmi d’allenamento personalizzati.

L’operatore britannico ha inoltre pubblicato il resoconto di un nuovo studio – intitolato The Age of Activity – che ha analizzato i comportamenti delle persone over 55 nei confronti dell’esercizio fisico, mettendo insieme precedenti studi con testimonianze personali e approfondimenti curati da esperti. È emerso che più del 18% dei soci di David Lloyd Leisure hanno più di 55 anni, una percentuale cresciuta del 10% nell’ultimo anno e coerente con il generale invecchiamento della popolazione.

 

 

Share

LEGGI ANCHE

Che l'attività fisica faccia bene alla salute è un fatto ormai noto, ma ora sappiamo anche quanto, di preciso, muoversi allunghi la vita.

Smartphone in palestra

Urban Sports Club, l’applicazione ch

Cardiofitness in palestra

Un recente studio coordinato dal professor Zhen Yan della Facoltà di Medicina dell’Università della Virginia ha evidenziato che svolgere esercizio fisico con regolarità può ridurre il rischio di soffrire della sindrome da distress respiratorio, u

Esterno club Planet Fitness

Anche il mercato del fitness statunitensi è alle prese con le grandi difficoltà generate dall’emergenza Coronavirus, in virtù della quale molti club sono ancora chiusi.

Fitness digitale

Il lockdown ha imposto un’evidente accelerazione alla trasformazione digitale anche nel settore fitness.

Insegna Gold's Gym

Gold's Gym ha recentemente annunciato il lancio di un nuovo modello di business che va ad ampliare e diversificare la sua offerta in franchising e rende il noto marchio ancor più attrattivo, raggiungendo il target dei potenzia