Fitness outdoor e home fitness fanno crescere gli iscritti ai club

Fitness outdoor
Autore: 
Redazione
Venerdì, Ottobre 18, 2019
Nell’ultimo biennio, il settore del wellness è cresciuto del 12,8% e anche il comparto composto dai fitness club ha registrato un incremento significativo per numero di iscritti (+ 18% negli ultimi 5 anni) e ricavi complessivi (+ 34%). Una crescita alimentata anche dalle attività svolte all’aperto e in ambito domestico.

Negli ultimi due anni, a livello globale, il settore del wellness, dunque tutti i tanti prodotti, servizi e  attività che vi rientrano, ha registrato una crescita del 12,8%. È quanto emerge dall’approfondita ricerca 2018 Global Wellness Economy Monitor del Global Wellness Institute.

Lo studio mostra che il wellness è un settore ad alto potenziale che sta alimentando lo sviluppo di nuovi settori, come l’immobiliare wellness e il turismo wellness, e che anche comparti più consolidati, come quelli delle spa e delle terme sono in crescita. E lo stesso vale per il fitness, per quanto riguarda sia il settore composto dai club, sia i prodotti per l’home fitness e per le attività outdoor.

Numerosi operatori di club si sono accorti che i clienti che hanno la possibilità di allenarsi anche al di fuori del club tendono a restare fedeli per più tempo. La possibilità di allenarsi anche a casa, ad esempio, consente loro, nei periodi in cui, per molteplici ragioni, non riescono a frequentare il club, di mantenere uno stile di vita attivo. Al contrario, le persone che non frequentano il club per un certo lasso di tempo, nel corso del quale smettono di allenarsi, nel medio termine tendono ad abbandonare il club.

 

Home fitness

 

I dati raccolti da una recente indagine condotta da Allied Market Research lasciano prevedere che il segmento dell’home fitness registrerà, fino al 2025, una crescita media annuale pari del 3%, arrivando a raggiungere, a livello globale, un valore attestato intorno ai 5 miliardi di dollari. La stessa ricerca indica che il tasso di crescita delle attrezzature per i fitness club dovrebbe addirittura superare quello dell’home fitness: per il mercato dei prodotti professionali per i club è prevista una crescita media annuale pari al 4.2%, che consentirà di raggiungere, nel 2025, un valore superiore ai 6,5 miliardi di dollari.

Questi dati ribadiscono che i fitness club continuano a esser4e punto di riferimento essenziale per i consumatori, fungendo da wellness hub che, in virtù della propria competenza e professionalità, prescrive l’esercizio fisico. Inoltre, gli operatori si stanno rendendo conto che, in un epoca dominata dalla digital transformation, la fidelizzazione dei propri clienti a lungo termine implica l’attuazione di nuove strategie che mettano al centro il loro stile di vita, tanto all’interno del club quanto all’esterno. Grazie alle possibilità offerte dal digitale, i club stanno configurando nuovi modelli di business che prevedono servizi in grado di coinvolgere i clienti anche quando non frequentano. Ne è un esempio il Wellness on the go, la strategia promossa da Technogym che, grazie a un ecosistema digitale, unico nel settore, permette agli utenti di collegarsi al programma d’allenamento e ai servizi del proprio club ovunque e in ogni momento, sia sua attrrezzi Technogym, sia sul proprio smartphone.

Il recente studio Health Club Report 2018 condotto da IHRSA mostra chiaramente che anche il settore del fitness – fitness club classici e boutique – stia rispondendo favorevolmente alla crescita complessiva dei consumi legati al wellness e al maggiore coinvolgimento dei consumatori in programmi e attività inerenti l’esercizio fisico. Negli ultimi cinque anni, gli iscritti ai centri di fitness sono cresciuti del 18%, mentre gli iscritti alle boutique (studi specializzati) sono cresciuti del 121%. Nello stesso periodo, i ricavi totali del settore (fitness club commerciali + boutique/studio) hanno registrato una crescita del 34%, a testimonianza del fatto che i consumatori, oltre a essere interessati a prodotti per l’home fitness, sono sempre più alla ricerca di esperienze, programmi e servizi offerti dai club.

 

Share

LEGGI ANCHE

Ragazze fanno push up

EuropeActive ha reso noto che tutti e tre i suoi progetti sottoposti al vaglio dell’Unione Europea nel 2019 hanno sufficientemente soddisfatto i criteri di valutazione e sono stati ufficialmente finanziati.

Lo abbiamo scritto e non manchiamo di ripeterlo: uno stile di vita sedentario può essere un forte fattore di rischio per la salute, specie nei soggetti colpiti da infarto che, in caso di inattività fisica protratta nel tempo, possono incorrere in seri problemi cardiaci

Locandina Let’s#BeActive

Anche quest’anno ANIF - Eurowellness, Associazione Impianti Sport e Fitness, promuove Let’s#BeActive, il progetto lanciato lo scorso anno da

Istruttrice con allievi

Lo European Register of Exercise Professionals, sinteticamente EREPS, ovvero il Registro Europeo dei Professionisti dell’Esercizio Fisico, è stato creato da EuropeActive nel 2007, quando ancora si chiamava EHFA, acronimo di

Pubblicità fitness club

Dal al 31 di ottobre.

Locandina ACISO Fitness Marketing Day

ACISO Fitness Marketing Day, evento organizzato da ACISO Fitness & Health Consulting e  rivolto a titolari, gestori, responsabili marketing e responsabil