Float Fit, quando il fitness si sposta sull'acqua

Float Fit
Venerdì, Dicembre 23, 2016
Arriva dal Regno Unito il Float Fit, o fitness galleggiante, inventato dall'azienda britannica Aquaphysical e divenuto già popolare in tutto il mondo. Uno stile di allenamento personalizzabile e molto dinamico, che si svolge sugli Aquabase, materassini galleggianti estremamente stabili che possono essere collocati in mare, al lago o in piscina.

Qualcuno probabilmente, almeno durante le prime sessioni, finirà per cadere in acqua, ma forse la possibilità di un tuffo inaspettato non fa che aggiungere adrenalina a una allenamento già fuori dall'ordinario. Il Float Fit, infatti, non è un training da svolgere in palestra, sui materassini da yoga o in sala pesi. E' un allenamento da portare a termine galleggiando. A inventarlo è stata l'aziena britannica Aquaphysical, che qualche anno fa ha creato e brevettato i suoi innovativi materassini Aquabase, piattaforme galleggianti sorprendentemente rigide, molto simili a tavole da surf, cioè, ancorate con un particolare sistema a corda pensato per garantire la massima stabilità possibile, e costruite saeguendo la tecnologia alla base delle imbarcazioni militari gonfiabili ad alta velocità.

 

Float Fit

 

A quel punto, dalla realizzazione del materassino all'ideazione del nuovo trend di allenamento il passo è stato breve. Il risultato è un nuovo stile di fitness completamente personalizzabile – gli Aquabase, costruiti con un tessuto ad alta resistenza, un PVC simile a quello usato dalle aziende militari, sono adatti per lo yoga come per gli esercizi cardio – che ai passi e ai movimenti classici aggiunge un nuovo elemento di difficoltà: la necessità, cioè, galleggiando sull'acqua, di mantenere sempre il controllo del proprio baricentro, della distribuzione del peso, dell'equilibrio, per riuscire a rimanere a bordo dell'Aquabase e non precipitare in acqua. Un inconventente che in realtà è proprio l'ingrediente alla base del quid particolare offerto dal Float Fit.

A prescindere dai bagni inaspettati che una sessione di fitness su acqua sembrebbe garantire, infatti, “i benefici per il corpo – assicura l'azienda – sono numerosi, e sono determinati proprio dall'elemento su cui ci si allena. Muoversi e fare training su un Aquabase, infatti, consente di potenziare la propria flessibilità, la stabilità e la resistenza fisica, costringe i muscoli a lavorare tutti alla medesima intensità, e può essere utilizzato per sessioni di gruppo ma anche individualmente, in spiaggia, in piscina o in riva a un lago”.

Ogni Aquabase costa attorni ai 700 dollari, circa 670 euro con il cambio attuale, ma l'azienda riserva promozioni e sconti per i club. “Un allenamento di FloatFit può durare anche solo 30 minuti, per circa 400 calorie bruciate, e la gamma di esercizi da svolgere è infinita: burpees, affondi, serie isometriche, pliometria, e ovviamente a fine sessione l'Aquabase è perfetto anche per lo stretching”.

Guarda il video di Aquaphysical

Share

LEGGI ANCHE

Locandina Let's Move for a Better World Day 2020

Molti club hanno continuato ad allenare i propri iscritti a casa: grazie a Mywellness app molte persone hanno potuto continuare a fare esercizio anche durante il lockdown, in attesa della riapertura del proprio fitness club.

Fitprime TV

Fondata nel 2016 da quattro giovanissimi imprenditori, la startup italiana

Mywellness Cloud

Mywellness Cloud di Technogym è l'unica piattaforma digitale nel settore fitness e wellness che permette ai club di gestire gli allenamenti che i propri iscritti svolgono a casa.

Locandina #lontanimauniti

Da settimane Fispin SSD a RL

Urban Sports Club

Urban Sports Club è la piattaforma digitale dedicata a chi ama fare sport e fitness che, tramite app dedicata, offre più di  50 attività sportive diverse, accessib

IMD 2019

Mancano poche settimane all’inizio di IMD2020, l’evento di Spinning® più noto al mondo che, per il secondo anno di fila, prenderà vita a Livorno, al Pala Modigliani Forum, nel lungo fine settimana compreso tra il 21