Il convegno nazionale ANIF Eurowellness 2016

Convegno Nazionale ANIF
Autore: 
Redazione
Lunedì, Febbraio 29, 2016
L’edizione 2016 del convegno nazionale di ANIF-Eurowellness, proposto in collaborazione con Acquanetwork, si è svolto lo scorso 19 febbraio nel corso della diciassettesima edizione di ForumClub affrontando tematiche d’attualità per gli operatori del settore fitness e wellness

Il convegno nazionale di ANIF-Eurowellness, organizzato in collaborazione con Acquanetwork, si è svolto lo scorso 19 febbraio nell’ambito di di ForumClub, l’evento congressuale ed espositivo rivolto agli operatori del settore fitness e wellness giunto alla diciassettesima edizione.

L’incontro, intitolato “Affinamento degli strumenti legislativi vigenti in attesa della nuova Legge Quadro sullo sport” e aperto a tutti gli interessati, ha riscosso, come di consueto, grande interesse, portando in sala più di 150 titolari e manager di club che hanno seguito con interesse l’incontro nel corso della quale sono stati affrontati diversi argomenti di grande attualità.

Il Presidente ANIF, Giampaolo Duregon, ha aperto il convegno facendo il punto sulla Nuova Legge Quadro sullo Sport Dilettantistico proposta da ANIF. Ha precisato che nel suo lungo iter legislativo la Legge ha incontrato diversi ostacoli che, inevitabilmente, hanno allontanato i tempi della sua emanazione e, al tempo stesso, che nutre buone speranze di riuscita. Un ottimismo giustificato dalla validità dei principi a cui si ispira la manovra e dalla determinazione con la quale continuerà a impegnarsi al fianco di alcuni esperti di fiducia, confrontandosi con nuovi referenti politici.

Angelo Desidera, delegato ANIF presso il board EuropeActive, è intervenuto per illustrare le importanti iniziative che stanno maturando in Europa. In particolare il progetto EREPS (European Register of Exercise Professionals) il cui fine è, come noto, qualificare i trainer elevandone la professionalità e favorirne la mobilità a livello europeo. ANIF, in qualità di partner di Europe Active per l’Italia, inserirà nel Registro, previo esame dei titoli/ brevetti/ specializzazioni, i nominativi dei tecnici che presenteranno domanda.

Marco Tornatore, vice presidente di Acquanetwork, ha incentrato il suo intervento sull’opportunità di attrarre nuovi fruitori delle attività acquatiche prendendo in considerazione studi basati non più sul nuoto tradizionale, bensì focalizzati sul movimento praticato in posizione verticale, in piscine con acqua bassa e di gradevole temperatura.

Alberto Succi, esperto di diritto sportivo, si è quindi soffermato sulla “certificazione dei contratti di lavoro sportivo” da parte di un Ente Bilaterale di Certificazione denominato ENBIC, abilitato ad attestare che il contratto che s’intende sottoscrivere abbia i requisiti di forma e di contenuto richiesti dalla Legge. Ha inoltre reso noto che ANIF, insieme al Sindacato Cisal terziario, ha costituito un ENBIC che applica quote convenzionate per i soci ANIF.
Daniele Pasquini, Segretario Nazionale del CSI, Centro sportivo Italiano, ha fatto il punto della situazione sugli interessanti rapporti CSI - consorzio SPIN (Sport Insieme - Banca Prossima) e sulle opportunità di interagire con l’ Ente in sinergia con Banca Prossima, mentre Luca Ercolani, esperto di social media per il fitness, ha presentato l’innovativo progetto web, realizzato in collaborazione con ANIF, il cui obiettivo è ampliare in modo esponenziale il numero dei contatti.

Tra gli intervenuti figurano anche Roberto Angeletti, presidente della società di consulenza aziendale Fitway, ed Edoardo Cognonato, esperto di psicologia relazionale, che hanno affrontato il tema delle capacità emozionali dei club manager nell’area gestionale/amministrativa e nell’area tecnico sportiva.

Andrea Biondi, presidente di Acquanetwork, ha portato l’attenzione dell’assemblea su soluzioni per armonizzare e ottimizzare la gestione strutture fitness acquatiche all’interno dello stesso impianto sportivo.

 

Guarda il filmato sull’evento di ANIF-Eurowellness

 

 

Per maggiori informazioni: www.eurowellness.it
 

Share

LEGGI ANCHE

Ragazze fanno push up

EuropeActive ha reso noto che tutti e tre i suoi progetti sottoposti al vaglio dell’Unione Europea nel 2019 hanno sufficientemente soddisfatto i criteri di valutazione e sono stati ufficialmente finanziati.

Lo abbiamo scritto e non manchiamo di ripeterlo: uno stile di vita sedentario può essere un forte fattore di rischio per la salute, specie nei soggetti colpiti da infarto che, in caso di inattività fisica protratta nel tempo, possono incorrere in seri problemi cardiaci

Locandina Let’s#BeActive

Anche quest’anno ANIF - Eurowellness, Associazione Impianti Sport e Fitness, promuove Let’s#BeActive, il progetto lanciato lo scorso anno da

Fitness outdoor

Negli ultimi due anni, a livello globale, il settore del wellness, dunque tutti i tanti prodotti, servizi e  attività che vi rientrano, ha registrato una crescita del 12,8%.

Istruttrice con allievi

Lo European Register of Exercise Professionals, sinteticamente EREPS, ovvero il Registro Europeo dei Professionisti dell’Esercizio Fisico, è stato creato da EuropeActive nel 2007, quando ancora si chiamava EHFA, acronimo di

Pubblicità fitness club

Dal al 31 di ottobre.