Il Master che forma il manager della salute

Ragazza al computer
Autore: 
A cura della Redazione
Martedì, Novembre 26, 2019
Lo stress da lavoro, o burnout, è una sindrome che affligge un numero sempre più elevato di persone.Per affrontare in modo scientifico questa condizione, la Scuola di Amministrazione Aziendale dell’Università di Torino introduce il Master che formerà l'Healthy Habits Manager.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha recentemente classificato il burn out, ovvero lo stress da lavoro, come sindrome che influenza lo stato di salute. Negli Stati Uniti un impiegato su 4 dichiara di soffrirne e i dati europei non sono molto diversi. Per affrontare in modo scientifico questa condizione, la Scuola di Amministrazione Aziendale dell’Università di Torino introduce il Master che formerà la nuova figura professionale del Healthy Habits Manager, letteralmente Manager delle Sane Abitudini. Il master – il primo di questo tipo a livello mondiale – inizierà a fine febbraio 2020, basandosi sulla metodologia messa a punto da David Mariani e dal suo staff sanitario per rendere sostenibile il cambiamento delle principali abitudini.

«Il manager delle sane abitudini – spiega David Mariani – è una figura professionale che dovrà essere introdotto nelle aziende, sia pubbliche sia private. Grazie anche al contributo decisivo dei docenti e ricercatori dell’Università di Torino, si occuperà di predisporre le azioni necessarie per assicurare la migliore qualità di vita possibile ai lavoratori, individuando in anticipo i possibili fattori di rischio per il benessere e la salute, quantificandone i costi aziendali e sociali».

Alla base di questa nuova figura professionale c’è la consapevolezza che un ambiente di lavoro che non favorisce la salute dei dipendenti causa un maggior assenteismo, penalizza il coinvolgimento nei confronti degli obiettivi ed eleva i costi sostenuti dalle aziende. «Migliorare il benessere psico-sociale dei lavoratori – sottolinea Mariani – significa anche migliora la redditività dell’impresa, piccola o grande che sia. Per la prima volta, con questo master, mettiamo insieme economisti, sociologi e altri docenti universitari che da anni si occupano di queste dinamiche, cercando di favorire il più possibile la diffusione di questo approccio nelle imprese, amplificandone al massimo l’impatto sociale generale».

Healthy Habits Academy è un ente formativo accreditato per le professioni sanitarie fondata nel 2019 da David Mariani che, da più di 40 anni insieme al suo staff sanitario, si occupa di prevenzione primaria. La scuola mira a educare alla prevenzione primaria attraverso il monitoraggio e il miglioramento delle abitudini nel campo della salute e del benessere e agisce su 4 pilastri: attività fisica, ambiente, nutrizione e le relazioni psico-sociali. Lo fa mettendo a sistema i migliori e più recenti studi internazionali condotti in questi quattro ambiti. L’Academy è patrocinata dalla Società Italiana di Pediatria e da altre importanti società scientifiche.

 

Share

LEGGI ANCHE

Umberto Miletto

Umberto Miletto – personal trainer capace di costruirsi una straordinaria notorietà con il proprio canale YouTube che, con oltre 94 milioni di visualizzazioni, è il canale italiano dedicato al fitness più seguito – parteciperà per la prima volta

Esterno Equinox Hotel New York

Equinox Fitness, nota azienda statunitense proprietaria di 106 club di lusso e delle boutique dedicate all’indoor cycling SoulCycle, ha recentemente inaugurato a New York l’ Equinox Hotel, all’interno di un gratt

Carmine Preziosi

Carmine Preziosi, uno dei massimi esperti di marketing e web marketing applicati anche al settore fitness e wellness, al Forum Club 2020 terrà il

Bambino obeso

L’obesità è una patologia sempre più diffusa fra gli italiani, sebbene nel nostro Paese non venga ancora considerata una malattia vera e propria e, dunque, spesso sottovalutata.

Umberto Miletto

La 21a edizione di ForumClub, il congresso internazionale ed expo di riferimento per gli operatori del settore fitness e wellness in Italia, si al Palazzo del Ghiaccio di Milano (ne

Adolescente al computer

Gli adolescenti italiani si muovono sempre meno: mediamente, l’81% dei ragazzi tra gli 11 e i 17 anni non svolge la quantità di attività motoria raccomandata, per la salute, dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ovvero