Il nuovo contratto collettivo per i dipendenti dello sport

Istruttore e allieve
Autore: 
Guido Martinelli
Martedì, Gennaio 5, 2016
Il nuovo Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i dipendenti del mondo sportivo – scaricabile in formato PDF –introduce alcuni chiarimenti degni di nota, lasciando però irrisolte alcune questioni

Il 22 dicembre u.s. la Confederazione Italiana dello Sport-Confcommercio imprese per l’Italia, e la SLC-CGIL, la FISASCAT-CISL e la UILCOM-UIL, hanno sottoscritto il nuovo Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro, sinteticamente CCNL, per i dipendenti del mondo sportivo.

Tale accordo sostituisce, modificandolo in maniera sostanziale, il precedente accordo sottoscritto dalla sola Federazione Imprenditori Impianti Sportivi, sigla anch’essa operante nell’ambito della Confcommercio e da tempo scaduto.

Il Documento, scaricabile in formato PDF cliccando qui, introduce alcuni chiarimenti degni di nota, lasciando però irrisolte alcune questioni, non compiendo quel “salto di qualità” che il settore meriterebbe. Nel numero 149 (gennaio-febbraio 2016) della rivista Il Nuovo Club ne presentiamo le principali novità e criticità.

La Confederazione dello Sport, per chi non lo sapesse, è l’Associazione di categoria del mondo sportivo che si pone l’obiettivo di rappresentare gli interessi degli imprenditori sportivi, dei gestori e degli operatori di attività sportive, del tempo libero, del benessere e delle attività ludico-ricreative e dei gestori degli impianti sportivi e dei lavoratori autonomi sportivi. Si pone quale punto di riferimento e di rappresentanza in grado di coniugare le esigenze dell’imprenditoria sportiva e degli operatori nel settore no profit. Soci fondatori della Confederazione sono la Federazione Italiana Imprenditori Sportivi (F.I.I.S.) e l’Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal C.O.N.I. Attività Sportive Confederate (A.S.C.), che rappresentano, a livello nazionale, le esigenze di diverse categorie di operatori sportivi.

Share

LEGGI ANCHE

Ragazze fanno push up

EuropeActive ha reso noto che tutti e tre i suoi progetti sottoposti al vaglio dell’Unione Europea nel 2019 hanno sufficientemente soddisfatto i criteri di valutazione e sono stati ufficialmente finanziati.

Lo abbiamo scritto e non manchiamo di ripeterlo: uno stile di vita sedentario può essere un forte fattore di rischio per la salute, specie nei soggetti colpiti da infarto che, in caso di inattività fisica protratta nel tempo, possono incorrere in seri problemi cardiaci

Locandina Let’s#BeActive

Anche quest’anno ANIF - Eurowellness, Associazione Impianti Sport e Fitness, promuove Let’s#BeActive, il progetto lanciato lo scorso anno da

Fitness outdoor

Negli ultimi due anni, a livello globale, il settore del wellness, dunque tutti i tanti prodotti, servizi e  attività che vi rientrano, ha registrato una crescita del 12,8%.

Istruttrice con allievi

Lo European Register of Exercise Professionals, sinteticamente EREPS, ovvero il Registro Europeo dei Professionisti dell’Esercizio Fisico, è stato creato da EuropeActive nel 2007, quando ancora si chiamava EHFA, acronimo di

Pubblicità fitness club

Dal al 31 di ottobre.