Impresa Sicura, il bando per il rimborso delle spese sostenute per DPI

Mascherina e disinfettante
Autore: 
Redazione
Mercoledì, Maggio 6, 2020
Tramite Invitalia, l’Agenzia nazionale per lo sviluppo di proprietà del Ministero dell'Economia, le aziende possono accedere al bando che consente di ottenere il rimborso delle spese sostenute per l’acquisto di dispositivi e altri strumenti di protezione individuale (DPI).

Si chiama Impresa SIcura l’intervento previsto dal decreto “Cura Italia” (DL 18/2020, articolo 43, comma 1) per sostenere la continuità, in sicurezza, dei processi produttivi delle imprese, di qualunque dimensione e operanti su tutto il territorio nazionale.
Il bando di Invitalia – l’Agenzia nazionale per lo sviluppo, di proprietà del Ministero dell'Economia – consente alle aziende di ottenere il rimborso delle spese sostenute per l’acquisto di dispositivi e altri strumenti di protezione individuale (DPI) finalizzati al contenimento e al contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.
Il rimborso è concesso fino al 100% delle spese ammissibili e fino a esaurimento della dotazione finanziaria disponibile. L’importo massimo rimborsabile è pari a 500 euro per ciascun addetto dell’impresa (a cui sono destinati i DPI) e fino a un massimo di 150mila euro per impresa. L’importo minimo rimborsabile non può essere inferiore a 500 euro e le risorse disponibili sono pari a 50 milioni di euro.

Impresa SIcura si rivolge a tutte le imprese, indipendentemente dalla dimensione, dalla forma giuridica e dal settore economico in cui operano che, alla data di presentazione della domanda di rimborso, siano: regolarmente costituite e iscritte come “attive” nel Registro delle imprese; abbiano sede principale o secondaria sul territorio nazionale; siano nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non in liquidazione volontaria e non sottoposte a procedure concorsuali con finalità liquidatoria.

Tramite Impresa Sicura è possibile richiedere il rimborso delle spese per l’acquisto di dispositivi e altri strumenti di protezione individuale, sostenute tra il 17 marzo 2020 e la data di invio della domanda di rimborso. 

Impresa Sicura rimborsa l’acquisto di:

  • mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3;
  • guanti in lattice, in vinile e in nitrile;
  • dispositivi per protezione oculare;
  • indumenti di protezione quali tute e/o camici;
  • calzari e/o sovrascarpe;
  • cuffie e/o copricapi;
  • dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;
  • detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici

Le imprese interessate possono inviare la prenotazione del rimborso dall’11 al 18 maggio 2020, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 18.00, attraverso uno sportello informatico dedicato. Invitalia pubblicherà l’elenco di tutte le imprese che hanno inoltrato la prenotazione, in odine cronologico. Nell’elenco saranno comunicate: le prenotazioni ammesse a presentare domanda di rimborso; le prenotazioni risultate non ammissibili.

Le imprese ammesse potranno compilare la domanda di rimborso dalle ore 10.00 del 26 maggio 2020 alle ore 17.00 dell’11 giugno 2020 attraverso la procedura informatica che sarà attivata sul sito web dell’Agenzia.

Le attività per l’erogazione dei rimborsi saranno avviate subito dopo la conclusione della fase di compilazione. Si procederà con i versamenti entro il mese di giugno 2020.

Per maggiori informazioni: Numero azzurro 848.886886 (disponibile dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00), call center: 06 64892175, supportotecnico.impresasicura@infocamere.it

 

Share

LEGGI ANCHE

Stralcio Locandina Studio

Il lungo periodo di inattività forzata durante il lockdown imposto dall’emergenza COVID-19 ha esposto le persone a ulteriori rischi per la salute, in particolar modo i soggetti che hanno maggiori possibilità di contrarre patologie cr

Vista aerea di una lezione outdoor Body Studio

I club Body Studio di

Nuotatrice in piscina

Il protocollo di sicurezza elaborato dalla Federazione Italiana Nuoto, intitolato "Emergenza Covid-19.

Allenamento

Il ministero dello Sport ha pubblicato oggi, lunedì 4 maggio, le linee guida che regolano il graduale ritorno allo svolgimento degli allenamenti individuali degli atleti.

Centro fitness

Sono passati quasi due mesi dalla chiusura di fitness club

Vanessa Ferrari

Con l'hashtag la #iorestoacasa, anche la Federazione Ginnastica d'Italia invitata tutti a restare a casa, continuando però a fare esercizio, a mantene