L’ingresso di Apple nel mondo del fitness

Schermata Apple Fitness+
Autore: 
Redazione
Giovedì, Ottobre 1, 2020
Con Fitness+, il colosso di Cupertino propone per la prima volta un servizio completo per l’esercizio fisico. Guarda il video

Due settimane fa, Apple ha presentato Fitness+, definendo questo nuovo servizio, che sarà sul mercato entro la fine dell’anno, “la prima esperienza di fitness studiata per Apple Watch”. Incorpora, in modo intelligente, i parametri ottenuti da Apple Watch che gli utenti possono visualizzare direttamente sullo schermo del proprio  iPhone, del proprio iPad o tramite Apple TV e vivere un’esperienza d’allenamento personalizzata, rivolta a chiunque, dal principiante all’appassionato già motivato.

Questa nuova applicazione dà accesso ad allenamenti professionali proposti da istruttori esperti resi coinvolgenti da sottofondi musicali di artisti famosi.

«Siamo entusiasti – ha detto Jay Blahnik, Senior Director of Fitness di Health Technologies di Apple – di dare la carica ai nostri clienti con nuovi modi per incominciare a svolgere attività fisica e mantenersi attivi con Apple Watch. Gli utenti non avranno che l’imbarazzo della scelta: diversi allenamenti professionali calibrati su ogni livello di abilità, un gruppo fenomenale di istruttori esperti, un programma accessibile ai principianti così come agli appassionati di fitness, la libertà di allenarsi ovunque. Siamo certi che Fitness+ porterà a un nuovo livello l’allenamento con Apple Watch, perché è una soluzione coinvolgente, pratica e motivante».

 

Guarda il video che presenta Apple Fitness+

 

 

Share

LEGGI ANCHE

Ragazza sorridente in palestra

Pensare positivo per sentirsi meglio e rimanere ‘puri’. È’ il credo di un nuovo stile di vita nato, come spesso accade, negli Stati Uniti e dilagato in poco tempo in mezzo mondo, Italia compresa. Come funziona?

Studio Coldiretti

Che durante il lockdown di marzo il cibo avesse sostituito in larga parte quella socialità che, in una lontana epoca pre-Covid, ci teneva impegnati nelle ore extra-lavorative ce n’eravamo accorti: tutto d’un tratto, spaghetti e ciambelloni avevan

Londra

Le palestre avrebbero dovuto restare aperte nel Regno Unito.

Berlino

Un’azione legale collettiva contro il lockdown di un mese e la conseguente chiusura di palestre, piscine e attività ludiche.

Ragazza in palestra

La decisione presa con l’ultimo DPCM riguardo a palestre e piscine, e di fatto rinviata alla prossima settimana, ha creato una frattura all’interno del Comitato Tecnico Scientifico, segno – commenta Fiorenza Sarzanini nell’

Immagine Coronavirus

Durante il periodo di lockdown l’Associazione Polo della Salute ha messo il proprio know how a disposizione del Paese, realizzando il primo studio in Italia che analizza l’impatto della quarantena sulla salute e sulle abitudini degli italiani, in