Il futuro dell’allenamento è già qui: la resistenza pneumatica nel fitness

Attrezzo Keiser a resistenza pneumatica
Lunedì, Giugno 18, 2018
Keiser presenta la linea di attrezzi che sostituisce il classico pacco pesi con un innovativo sistema ad aria compressa. Le macchine sono dotate di un piccolo cilindro pneumatico grazie al quale la resistenza arriva a produrre oltre 250 kg di forza con soli 4 kg di massa in movimento. Come in un lavoro con i pesi, l’aria fornisce resistenza "attiva e passiva" ma con una significativa riduzione degli impatti articolari presenti al momento dell'accelerazione e rallentamento del peso

In base ad alcune leggi fondamentali della fisica, un chilogrammo non è sempre un chilogrammo. Quando si pensa al ferro, sotto forma di bilanciere o pila di pesi, si immagina che esso rappresenti una particolare resistenza. Così è, ma solo quand’è fermo o si muove a una velocità costante. Una volta in movimento, i cambiamenti della velocità del movimento modificano anche questa resistenza. Molto prima che l'uomo pensasse alle macchine da palestra, la dimostrazione di Newton (forza = massa x accelerazione) rappresentò una sfida per tutti i progettisti di macchine a resistenza variabile, compreso Arthur Jones che nelle sue Nautilus, per ridurre le forze dell’accelerazione quasi a zero, non potendo ridurre la massa (il ferro rappresentava la sua forma di resistenza), chiese a chi si allenava di farlo a una velocità tra i 2 e i 4 secondi.

 

Allenamento

 

Sapendo che nelle prestazioni atletiche la velocità è essenziale, Keiser ha scelto di fare il contrario e ha eliminato la pila dei pesi a favore dell’aria. Con un piccolo cilindro pneumatico di 20 centimetri di diametro, la resistenza pneumatica arriva a produrre oltre 250 chilogrammi di forza con soli 4 chilogrammi di massa in movimento. Il cuore del sistema è un compressore che fornisce una fonte d’aria compressa alla macchina. Premendo il pulsante destro (+) l'aria passa dal compressore al cilindro; più a lungo si tiene premuto il pulsante più aria entra nel cilindro e più aumenta la forza che produce. Una volta raggiunta la resistenza desiderata, lasciando il pulsante l’aria viene intrappolata nel cilindro. Durante l’allenamento, per rilasciare l’aria e ridurre la resistenza basta tenere premuto il pulsante sinistro (-).

La tecnologia pneumatica Keiser, usata da vent’anni in tutto il mondo da sportivi, preparatori atletici, squadre di calcio e centri di riabilitazione, è stata riconosciuta come uno dei contributi più significativi del XX secolo. Una soluzione perfetta per un allenamento muscolare intenso e attento alle articolazioni e al tessuto connettivo. Keiser entra nel mondo del fitness per permettere a chiunque di allenarsi in modo sicuro e performante.

 

Per maggiori informazioni: www.xfitness.it

 

 

 

 

Share

LEGGI ANCHE

 Ivet Lalova Collio in allenamento

Canali System, marchio che identifica le rivoluzionarie macchine auxotoniche a rotazione posturale, a un anno dal suo esordio nazionale e internazionale presenta il case history di successo dell’atleta Ivet Lalova Collio che, grazie alla filosofi

Locandina InBody

InBody è l’unico analizzatore di composizione corporea in grado di effettuare una misurazione multi segmentale e multi frequenziale con il soggetto misurato in posizione eretta.

ECross Kids

L’attività fisica giovanile è sempre più importante, soprattutto considerando che alcune abilità motorie si sviluppano in modo ottimale durante la pubertà e l’adolescenza e che queste sono un vero e proprio investimento sul futuro.

Master Instructor Balanced Body

È il primo produttore al mondo di reformer e grandi attrezzi per il Pilates. E collabora con le migliori scuole di formazione Pilates internazionali.

Cervello con interruttore

Tutti sono a favore dell'innovazione, tuttavia, all’interno di quasi tutte le organizzazione, c’è sempre qualcuno che cospira per sopprimerla. L'innovazione è uno sport di squadra, non il campo d'azione esclusivo di geni eccezionali o di pochi eletti.

Lezione Uptivo nel Club Movida

Movida, fitness e wellness club attivo nel comune di Castelfranco di Sotto nella provincia di Pisa, era alla ricerca di una soluzione che aiutasse il proprio staff a perseguire la visione del club, ovvero il miglioramento del livello di forma degli atleti attrave