La sedentarietà non fa bene ma non causa il mal di schiena

Autore: 
A cura della Redazione
Giovedì, Agosto 29, 2019
A sostenerlo sono le conclusioni di un maxi studio condotto in Australia che escluderebbe ogni associazione fra la prolungata posizione seduta e il dolore lombare.

La sedentarietà non fa bene alla salute, ma non sarebbe causa di mal di schiena. Secondo uno studio condotto in Australia, infatti, si esclude ogni associazione fra la prolungata posizione seduta e il dolore lombare. Per giungere a questa conclusione, i ricercatori dell'Istituto per l'Attività Fisica dell'università Deakin di Melbourne hanno esaminato 41 differenti revisioni sistematiche di ricerche, per poter comprendere quali sono - tra movimenti e posizioni - le cause scatenanti per il dolore alla schiena. I risultati, pubblicati sul Journal of Biomechanics, si fondano dunque su tre decenni di dati raccolti esaminando oltre un milione di soggetti e da quanto ne consegue, rappresentano il quadro finora più accurato della relazione fra diverse attività e il dolore alla schiena.

"La prova più significativa evidenziata dai dati - spiega Daniel Belavy, il responsabile dello studio, docente di Esercizio e di Salute Muscoloscheletrica - è la mancanza di un qualsivoglia nesso tra la posizione seduta, prolungata o occupazionale, e il dolore nella zona lombare. Si registra, infatti, una rigidità muscolare se si resta seduti a lungo, ma di per sé non ci sono danni alla struttura spinale". Tuttavia, ricorda Belavy, stare seduti troppo a lungo causa altri problemi mentre l'attività fisica, non solo ci rende più sani e più forti ma riduce attivamente il rischio di dolore alla schiena.
 

Share

LEGGI ANCHE

Ragazze fanno push up

EuropeActive ha reso noto che tutti e tre i suoi progetti sottoposti al vaglio dell’Unione Europea nel 2019 hanno sufficientemente soddisfatto i criteri di valutazione e sono stati ufficialmente finanziati.

Lo abbiamo scritto e non manchiamo di ripeterlo: uno stile di vita sedentario può essere un forte fattore di rischio per la salute, specie nei soggetti colpiti da infarto che, in caso di inattività fisica protratta nel tempo, possono incorrere in seri problemi cardiaci

Locandina Let’s#BeActive

Anche quest’anno ANIF - Eurowellness, Associazione Impianti Sport e Fitness, promuove Let’s#BeActive, il progetto lanciato lo scorso anno da

Fitness outdoor

Negli ultimi due anni, a livello globale, il settore del wellness, dunque tutti i tanti prodotti, servizi e  attività che vi rientrano, ha registrato una crescita del 12,8%.

Istruttrice con allievi

Lo European Register of Exercise Professionals, sinteticamente EREPS, ovvero il Registro Europeo dei Professionisti dell’Esercizio Fisico, è stato creato da EuropeActive nel 2007, quando ancora si chiamava EHFA, acronimo di

Pubblicità fitness club

Dal al 31 di ottobre.