La tutela dell’ambiente entra nella Costituzione

Camera dei Deputati
Autore: 
A cura della Redazione
Martedì, Febbraio 15, 2022
È stata approvata dalla Camera, lo scorso 8 febbraio, la legge costituzionale che introduce la tutela dell’ambiente nella carta fondamentale che, per la prima volta, contiene un riferimento alle generazioni future. Un importante passo avanti verso la riduzione delle emissioni e le transizione ecologica.

Con 468 sì, 1 no e 6 astenuti, la Camera dei Deputati ha approvato, lo scorso 8 febbraio, la legge costituzionale che introduce la tutela dell’ambiente nella carta fondamentale della Repubblica. Le modifiche agli articoli 9 e 41, presentate dal M5S nel 2019 con prima firma del senatore Gianluca Perilli, entrano subito in vigore.

L’articolo 9, rientrante nei principi fondamentali, si limitava a stabilire il principio della tutela del paesaggio e del patrimonio storico-artistico della nazione: il nuovo comma attribuisce alla Repubblica anche la tutela dell’ambiente, menzionando esplicitamente i diritti delle generazioni future, introducendo, inoltre, un principio di tutela degli animali.

Ecco il testo del nuovo articolo 9 della Costituzione: “La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione. Tutela l’ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi, anche nell’interesse delle future generazioni. La legge dello Stato disciplina i modi e le forme di tutela degli animali.”

È la prima volta che nella carta fondamentale si introduce un riferimento alle generazioni future e questa importante presa di posizione potrebbe fornire un appiglio in più ai contenziosi il cui fine è accelerare la riduzione delle emissioni e la tanto annunciata, e necessaria, transizione ecologica.

Anche l’articolo 41 della costituzione è stato modificato con due nuovi vincoli che, pur confermando la libertà dell’iniziativa economica, ne vietano il danneggiamento della salute e dell’ambiente. La tutela della salute e dell’ambiente vengono così elevati allo stesso piano di altri principi fondamentali, come la sicurezza, la libertà e la dignità umana. Ecco il nuovo articoli 41: “L’iniziativa economica privata è libera. Non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo da recare danno alla salute, all’ambiente, alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana. La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l’attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali e ambientali.”

Palazzo Chigi, nella serata dell’8 febbraio, ha così commentato, con un tweet, questa svolta giuridica che potrà avere importanti effetti sulla vita di tutti: “Dal Parlamento via libera all’inserimento della tutela dell’#ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi nella #Costituzione. È una giornata storica per il Paese che sceglie la via della sostenibilità e della resilienza nell’interesse delle future generazioni”.

 

Share

LEGGI ANCHE

La sessione di Sophie Lawler al 23° ForumClub

La sezione videocorsi di Edit

Può sembrare scontato, ma ora c’è anche la prova scientifica: trasco

L’esercizio fisico, lo sport, e più i generale l’attività motoria, sono una medicina naturale dagli straordinari effetti benèfici. Le prove scientifiche al riguardo sono sempre più numerose.

Attività fisica adattata

Il bonus attività fisica adattata

Nuotatore in piscina

A

Esterno club Planet Fitness di North Attleboro