L'attività fisica allunga la vita di 7 anni

Sport
Autore: 
Redazione
Venerdì, Marzo 16, 2018
Nel corso del recente congresso nazionale della Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare i cardiologi hanno ribadito gli straordinari effetti dell'attività motoria sulla salute e, di converso, i rischi della sedentarietà

L'attività motoria, sia essa attività fisica spontanea, esercizio fisico o sport, è un farmaco naturale che, prevenendo sovrappeso e obesità e diminuendo i livelli di stress, migliora la salute e allunga  l'aspettativa di vita in media di 7 anni. Partendo da questi presupposti, i cardiologi, recentemente riunitisi in occasione del congresso nazionale della Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare, tenutosi a Napoli, invitano gli italiani a modificare il proprio stili di vita rendendolo fisicamente più attivo.

«La sedentarietà - ha detto Roberto Pedretti, presidente del Gruppo Italiano di Cardiologia Riabilitativa e Preventiva - è un importantissimo fattore di rischio cardiovascolare. Secondo i dati dell’OMS, l’inattività fisica è il quarto fattore di rischio di mortalità globale, responsabile del 5-6% di tutti i decessi, pari a oltre 3 milioni di persone all'anno. Come causa di morte, a livello mondiale, la sedentarietà è preceduta solo da ipertensione arteriosa, fumo e iperglicemia. L’inattività fisica - ha aggiunto Pedretti - a livello mondiale è la causa di circa il 21-25% dei tumori alla mammella e al colon, del 27 per cento dei casi di diabete e di circa il 30 per cento dei casi di cardiopatia ischemica. Nonostante questo, purtroppo, troppe persone continuano a non essere fisicamente attive».

Stando ai dati diffusi dal Progetto "PASSI" dell’Istituto Superiore di Sanità, in Italia circa 4 persone su 10 continuano a essere fisicamente non attive. E i cardiologi fanno sapere che questo  dato allarmante non interessa solo la popolazione generale, ma anche i pazienti cardiopatici che dovrebbero essere molto motivati a modificare il proprio stile di vita. La sedentarietà, in Italia, causa il 9% delle malattie cardio-vascolari, l’11% dei casi di diabete di tipo 2, il 16% dei casi di cancro al seno, il 16% dei casi di cancro al colon e il 15% dei casi di morte prematura.

Chi è fisicamente attivo e normopeso, rendono noto gli esperti, in media vive circa 7 anni più a lungo rispetto ai sedentari obesi. E gli obesi fisicamente attivi sono esposti a un rischio cardiovascolare inferiore rispetto ai soggetti sedentari. 

Share

LEGGI ANCHE

Esercizi a corpo libero

Quattro triliardi di dollari, corrispondenti a 3,6 triliardi di euro, Tanto vale, a livello globale, l’economia del benessere, o wellness che dir si voglia, inteso come cura della persona a trecentosessanta gradi, dal fitness alla salute

Mappamondo Europa

La quinta edizione dello European Health & Fitness Market Report, l'approfondito resoconto dello studio condotto annualmente da EuropeActive e Deloitte, è una dettagliata e utile fotografia del mercato europeo del fitness, del benessere e del

Premiazione Club Award 2017

 

Logo CONI

L'ultima bozza della Legge di Bilancio indica che il mondo dello sport potrebbe subire un importante cambiamento con la scomparsa di CONI Servizi SpA che verrebbe sostituito dalla nuova società Sport e Salute SpA.

Nuotatrice

Uno studio condotto negli Stati Uniti, intitolato CARDIA (Coronary Artery Risk Development in Young Adult Study, letteralmente Studio sullo sviluppo dei rischi per le arterie coronarie nei giovani adulti) ha osservato un campione composto da circa 3.200

Fitness tracker

Il settore del fitness potrebbe presto essere scosso da una grande novità, se le voci sull'imminente realizzazione da parte di Google di un coach che sfrutta l'intelligenza artificiale sono fondate.