Legge di Bilancio 2018: ecobonus al 65% per il recupero dell’acqua piovana

Gocce d'acqua
Autore: 
Redazione
Venerdì, Dicembre 15, 2017
Tra gli emendamenti alla Legge di Stabilità presentati alla Camera, ve ne sono alcuni per favorire gli investimenti sulla sostenibilità e la sicurezza degli edifici. Tra questi, l’inclusione, nell’ecobonus al 65%, delle spese per l’installazione e messa in opera di impianti di recupero dell’acqua piovana

Tra gli emendamenti alla Legge di Bilancio 2018 presentati alla Camera ve ne sono alcuni il cui obiettivo è favorire gli investimenti sulla sostenibilità e la sicurezza degli edifici tramite meccanismi che consentano innanzitutto di conoscere lo stato degli immobili per programmare gli interventi necessari.

Uno degli emendamenti chiede l’inclusione, nell’ecobonus al 65%, delle spese per l’installazione e messa in opera di impianti di recupero dell’acqua piovana, comprese quelle sostenute per le opere murarie necessarie per la costruzione della cisterna. Le spese devono essere sostenute dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2021 e il tetto massimo della detrazione è stato fissato a 30mila euro.

Una notizia interessante per l'universo fitness, wellness, sport e aquatic che non può sottovalutare una questione fondamentale come il risparmio, l'efficientamento e il rispetto dell'ambiente.

Share

LEGGI ANCHE

Bambino in piscina

All’inizio della scorsa estate, Mauro Migliorini, sindaco del piccolo comune di Asolo - poco più di 9.000 abitanti, sulle colline bellunesi - ha conquistato titoli e pagine sui principali quotidiani nazionali per via di un divieto che ci ha fatto fare un balzo sulla sedia.

The Mirai

Rainer Schaller (nella foto sotto), fondatore, socio unico e CEO di McFIT, network internazionale di club low cost presente anche in Italia, ha recentemente ceduto la gestione operativa del core business aziendale al COO Vito Scavo.

Palestra flessibile

Aperta 24 ore su 24, 7 giorni su 7. In una parola: flessibile. È questa la palestra del futuro, o per meglio dire, del presente.

Persone che fanno fitness

Un progetto dell’Unione Europea, promosso da EuropeActive in collaborazione con ANIF e

Bambina con smartphone

I sistemi di sorveglianza OKkio alla Salute e Health Behaviour in School-aged Children (Hbsc), promossi e finanziati dal Ministero della Salute e coordinati dall’Istituto Superiore di Sanità, forniscono indicazioni sugli

Rainer Schaller e Vito Scavo

Il quarantanovenne Rainer Schaller, che 20 anni fondò il network di fitness club identificato dal marchio McFIT per il quale ha rivestito fino ad oggi la carica di CEO e socio unico