L’Energy Cap per affrontare il caro bollette

Lampadina
Autore: 
A cura della Redazione
Mercoledì, Aprile 27, 2022
L’introduzione di un tetto massimo sui prezzi dell’energia, i cui rincari affliggono soprattutto piscine e centri sportivi, ma anche fitness club, è uno degli strumenti presi in considerazione dalle istituzioni.

Il grande rincaro del prezzo dell’energia, che ha appesantito in modo insostenibile il costo delle utenze, è un ulteriore grave problema che affligge soprattutto piscine e centri sportivi – strutture energivore – e fitness club, minacciandone in molti casi la sopravvivenza. Il tetto massimo sul prezzo del gas è uno degli strumenti presi in considerazione per ridurre l’attuale caro-bollette che sta colpendo il Paese. I prezzi di gas e luce hanno raggiunto livelli talmente alti rispetto ai mesi precedenti che è necessario un intervento statale per limitare il più possibile il rincaro delle bollette per i cittadini e per le imprese. Il prezzo è di quattro volte superiore a quello dello stesso periodo di un anno fa, prima dell’aumento e molte forze politiche chiedono insistentemente al Governo di implementare una soluzione di questo tipo.

In che cosa consisterebbe l’introduzione di un tetto massimo sui prezzi dell’energia? Il Governo potrebbe stabilire un limite ai prezzi di luce e gas per impedire ai fornitori di aumentarli ulteriormente e trarre vantaggio dalla situazione. Il meccanismo con cui attuare tale provvedimento è ancora da stabilire, ma potrebbe portare a un avvicinamento dei prezzi del mercato libero a quelli del mercato tutelato, determinati da ARERA, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente che svolge attività di regolazione e controllo nei settori dell’energia elettrica, del gas naturale, dei servizi idrici, del ciclo dei rifiuti e del telecalore. Tale misura andrebbe a interessare solo i clienti del mercato libero in quanto il mercato tutelato viene già regolamentato e indicizzato da ARERA ogni trimestre.

Il costo in kWh dell’energia – in larga parte prodotta dal gas – sono aumentati esponenzialmente: per il mercato tutelato, hanno raggiunto il prezzo di 0,35485 €/kWh, mentre nello stesso trimestre dell’anno precedente toccavano a malapena gli 0,07325 €/kWh. Un incremento superiore al 350% che colpisce tutti i consumatori e ancor di più le aziende. Al momento, quasi tutte le forze politiche, sia di maggioranza sia di minoranza, stanno facendo pressione sul Governo per implementare un tetto massimo per il prezzo dell’energia. Un possibile cambiamento della legge di bilancio potrebbe andare a complicare la crescita che si stava programmando, andando a indirizzare alcuni fondi destinati ad altri progetti o ridurre in generale l’avanzo di bilancio. Ancora in dubbio una possibile intesa al riguardo in ambito europeo, anche se pare essere sempre più complicata. Resta dunque il fatto che per l’immediato futuro l’Italia, costretta a ricercare fondi per porre un limite a questa crescita insostenibile di prezzi, pensa a ridurre l’illuminazione urbana, limitare il riscaldamento, limitare l’export delle materie prime e attuare una generale riduzione delle tasse sull’energia. Scatta quindi la caccia ai fondi da destinare a questa soluzione. Le alternative sono piuttosto limitate per i grandi sforzi sostenuti nei mesi precedenti in questa direzione. Sono già stati stanziati 16 miliardi di euro in diverse forme: taglio dell’IVA sul gas al 5%; azzeramento oneri di sistema; rafforzamenti dei sussidi energetici; credito d’imposta su spesa bolletta luce e gas.

I residui di bilancio dovrebbero essere aggiunti a questi finanziamenti, ma sono circa 4-5 miliardi di euro che potrebbero non bastare per far fronte a un vero e proprio tetto massimo dei prezzi. Sarebbero quindi necessari altri fondi da prendere da altri progetti stabiliti per il 2022.

 

Articolo tratto da https://energia-luce.it/news/tetto-massimo-energia-2022

 

 

Share

LEGGI ANCHE

Istruttrice in palestra

I

Palestra Green Jim

Studenti in un club Planet Fitness

Il network Planet Fitness, con l’iniziativa “High School Summer Pass”, offre agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado l’accesso gratuito a tutti i suoi

Scritta "Vegan" con vegetali

La sana alimentazione, associata al regolare svolgimento di attività

fitness tracker

Lo studio condotto negli Stat

Ragazza in palestra

La nona edizione dello European Health & Fitness Forum (EHFF), svolta