Millennials e sedentarietà: gli italiani tra i peggiori

Adolescente al computer
Autore: 
Redazione
Venerdì, Novembre 29, 2019
La rivoluzione digitale ha “paralizzato” gli adolescenti italiani e secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, se non si attuano strategie efficaci per mettere in moto i giovanissimi, non verrà raggiunto l’obiettivo fissato nel 2018 dall’Assemblea Mondiale della Salute: ridurre dall’81 al 70% il tasso di sedentarietà degli adolescenti entro il 2030.

Gli adolescenti italiani si muovono sempre meno: mediamente, l’81% dei ragazzi tra gli 11 e i 17 anni non svolge la quantità di attività motoria raccomandata, per la salute, dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ovvero circa un’ora al giorno di attività da moderata a intensa. A dirlo è lo studio pubblicato dalla rivista The Lancet Child & Adolescent Health e condotto su 1,6 milioni di ragazzi, dal quale emerge che i giovani italiani sono tra i peggiori in termini di sedentarietà. I dati parlano chiaro: secondo l’OMS, 9 adolescenti italiani su 10 non si muovono abbastanza, classificando l’Italia al 23° posto nella graduatoria dei 25 paesi ricchi presi in esame.

Come nel resto del mondo, anche nel nostro Paese gli inattivi sono in prevalenza giovani donne: tra il 2001 e il 2016 il tasso di sedentarietà dei maschi è diminuito, passando dall’80% al 78%, mentre quello delle femmine è rimasto invariato, acuendo il divario tra i due generi.

Una delle maggiori cause della sedentarietà giovanile sarebbe la rivoluzione digitale: i ragazzi dormono meno, passano sempre più ore seduti e impiegando il tempo libero giocando con dispositivi digitali anziché facendo sport. E l’insufficiente attività fisica ha effetti negativi considerevoli sui teenager, causando sovrappeso e, non meno importante, problemi legati ad autostima e socializzazione. Inoltre, penalizza le capacità cognitive e il rendimento scolastico.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, se non si attuano strategie efficaci per spronare i giovanissimi ad assumere e mantenere uno stile di vita più attivo, non si riuscirà a raggiungere l’obiettivo fissato nel 2018 dall’Assemblea Mondiale della Salute: ridurre dall’81% al 70% il tasso di sedentarietà degli adolescenti entro il 2030.

 

 

Share

LEGGI ANCHE

Roberto Bresci

 

Locandina Web Conference

Fitness Trend propone la web conference

Acqua

Per quanto riguarda la sicurezza dell'acqua, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato un

Gazzetta Ufficiale

La Gazzetta Ufficiale n. 70 del 17.03.2020 ha pubblicato il decreto legge 17 marzo 2020 n. 18 di cui in questi giorni si è parlato molto.

Congresso ForumClub

L’organizzazione di ForumClub ha riprogrammato l'edizione 2020 dell'evento, rinviandola a sabato 21 e domenica 22 novembre, sempre al Palazzo

Esercizio con i kettlebell

Fitness club, boutique, personal trainer, in Italia come in tanti altri paesi, stanno rispondendo alla chiusura imposta dall'emergenza sanitaria causata dal Covid-19 offrendo gratuitamente la propria competenza e professio