A New York un ex carcerato apre un centro fitness ed è un successo

Allenamento ConBody
Autore: 
Redazione
Martedì, Aprile 26, 2016
La palestra ConBody è oggi uno dei luoghi più trendy della Grande Mela. Fondata da un ex detenuto, propone la sua concezione di esercizio fisico – una versione semplificata ma ad alto impatto del boot camp – anche all’interno di diversi carceri statunitensi

Appena uscito di prigione, lo statunitense di origine dominicana Coss Marte (al centro nella foto) ha fondato un centro fitness che oggi è un “luogo di culto” per tanti cultori della forma fisica e del benessere. Tutto è incominciato due anni fa: stava allenando, a ritmo di piegamenti sulle braccia, un gruppo di amici in un parchetto di Manhattan quando un passante, vedendo la scena, gli ha offerto 200 dollari per allenarsi un mese con loro. È nata così l’idea di aprire un centro fitness, nonostante negli Stati Uniti le opportunità per un ex carcerato sono davvero poche. L’intraprendente Marte non si è scoraggiato, decidendo di far leva proprio sul suo punto debole per trasformarlo nell’aspetto più caratterizzante, e attraente, della sua nuova attività. Ha così scelto come nome per la sua palestra ConBody, derivante dal termine “convict” che significa proprio prigioniero. E la aperta dove solo pochi anni prima spacciava cocaina ed eroina, guadagnando una montagna di soldi prima di finire in carcere.

Ma non si è accontentato di aprire una palestra: ha portato la sua concezione del fitness in diversi carceri statunitensi, compreso Rikers Island, dove era recluso, allenando i detenuti per aiutarli ad aprire un nuovo capitolo della loro esistenza. La missione dell’attuale amministratore delegato di ConBody è motivare gli altri a cambiare vita, partendo dall’esercizio fisico.

Jenn Shawn, co-proprietaria di ConBody, svela che tra le 300 e le 400 persone alla settimana si allenano nel club di Broome Street. «Inizialmente – ha detto – sono un po’ intimiditi, ma dopo la lezione di prova quasi tutti sottoscrivono l’abbonamento mensile senza limitazioni».

Le sessioni d’allenamento, svolte in un ambiente spartano che ricorda una prigione, hanno una durata di 45 minuti e consistono in una versione semplificata, ma ad alta intensità, del boot camp che prevede sequenze di squat, jumping jack e corsa sul posto, eseguiti in numero di ripetizioni, ritmo e modi differenti per assicurare la massima varietà ed efficacia. Le otto lezioni in programma ogni giorno sono riservate a gruppi composti da 12 persone e quasi sempre esaurite nel corso del loro svolgimento l’insegnante corregge i movimenti e fornisce una massiccia dose di incoraggiamento ed energia.

La singola lezione è proposta a 25 dollari a persona, prezzo che si abbassa optando per il pacchetto mensile. E anche il marketing ha la sua parte: su una parete della palestra campeggia un murale che raffigura una rete di filo spinato e al termine della prima lezione i nuovi clienti si fanno una foto che ricorda molto quelle segnaletiche.

 

Guarda il video dedicato a ConBody nel sito conbody.com

 

Share

LEGGI ANCHE

Dai bambini agli anziani, bisogna fare più attività fisica

Incrementare il numero delle persone fisicamente attive del 30%, per quanto riguarda gli adulti, e del 15%, gli over 64.

Convegno ANIF ForumClub 2019

Il Convegno nazionale ANIF Eurowellness, il primo del 2019, si è svoltosi lo scorso 15 febbraio nel corso del 20° ForumClub e dell'11° Forum

Trofei Club Award

La cerimonia di premiazione della tredicesima edizione del Club Award, il premio istituito dalla rivista Il Nuovo Club, è avvenut

McFIT

Da fitness club a centro sportivo del futuro è il titolo della general session che si terrà mercoledì 13 febbraio 2019 nella sala Italia del Palazzo dei Congressi dalle 14.30 alle 15.30, nell'ambito d

Max Calderan

Nell'ambito della ventesima edizione di ForumClub, Max Calderan, esploratore estremo detentore di dodici record mondiali - insignito della Medaglia al Valore civile dal Presidente della Re

Bambini giocano a calcio

Un nuovo disegno di legge in materia di sport è stato presentato al Senato il 30 gennaio scorso e tra i fautori figura il Senatore Caudio Barbaro (nella foto sotto), Senatore della Lega e presidente dell’Ente di Promozione Sportiva