Promuovere l'attività fisica negli ambienti di lavoro

Stralcio home page sito Physical Activity Alliance
Autore: 
A cura della Redazione
Mercoledì, Dicembre 7, 2022
La Physical Activity Alliance ha recentemente lanciato, negli Stati Uniti, una campagna che coinvolge i CEO di aziende di tutti i settori per rendere l’attività fisica un’abitudine e una norma culturale negli ambienti di lavoro.

La Physical Activity Alliance ha lanciato, lo scorso ottobre negli Stati Uniti,  la campagna con la quale esorta i CEO di aziende di tutti settore a firmare il “CEO Pledge for Physical Activity”, letteralmente “L’impegno del CEO per l'attività fisica”, iniziativa il cui scopo è rendere ogni forma di attività motoria, dunque l’attività fisica spontanea, il fitness e lo sport, un’abitudine e al tempo stesso norma culturale negli ambienti di lavoro.

Ai vertici aziendali si raccomanda, sostanzialmente, di assumersi questo impegno: "A sostegno della nostra organizzazione, dei nostri dipendenti, delle nostre famiglie e delle nostre comunità, mi impegno ad adottare strategie che forniscano opportunità eque per svolgere attività fisica prima, durante o dopo la giornata lavorativa, per migliorare la nostra salute e il nostro benessere tramite una regolare attività fisica".

Lo scopo di questa campagna – alla quale ci si può ispirare per attuare iniziative simili – è favorire il raggiungimento dell'obiettivo fissato dall'iniziativa “Active People, Healthy Nation” dei Centers for Disease Control and Prevention: rendere 27 milioni di statunitensi più attivi fisicamente entro il 2027.

I CEO che sottoscrivono l'impegno sono incoraggiati a:

  • adottare tre strategie che offrano la possibilità di svolgere attività fisica prima, durante o dopo la giornata lavorativa;
  • impegnarsi personalmente a svolgere attività fisica con regolarità;
  • aderire all'iniziativa “Active People, Healthy Nation” dei Centers for Disease Control and Prevention affiliandosi all'organizzazione.

 

Tra i membri del consiglio della Physical Activity Alliance – formata dalle maggiori organizzazioni no profit statunitensi che s’impegnano per rendere più facili le scelte che favoriscono ogni forma di attività motoria tramite politiche e iniziative mirate – figurano, solo per citarne alcune, IHRSA, American Heart Association, American Institute for Cancer Research, American Council on Exercise, American College of Sports Medicine e National Association of Sports Medicine.

 

 

Share

LEGGI ANCHE

Disegno persone in riunione

Come noto, l’entrata in vigore della riforma delle norme che

Praticare regolarmente attività fisica fa bene a ogni età: aiuta a sentirsi meglio riducendo lo stress, tonificando i muscoli e aiutando il sonno notturno.

Medico con dollari in mano

In Italia, la sedentarietà

Locandina ForumPiscine 2023

L’appuntamento dell’anno per il comparto della piscina è alle porte: la 14^ edizione di ForumPiscine va in scena alla Fiera di Bologna

Donna fa esercizio per addominali

A livello globale, meno del 50% dei Paesi ha una politica nazionale per l’attività fisica e meno del 40% di queste politiche è operativo.

Bambino in palastra

La campagna social “La salute si costruisce da piccoli”, rivo