Tracciabilità delle somme: chiarimenti e consigli dell’Agenzia delle Entrate

Insegna Agenzia delle Entrate
Autore: 
Redazione
Giovedì, Marzo 3, 2016
Nel corso del primo Tavolo Tecnico CONI Emilia Romagna-Agenzia delle Entrate (Direzione Regionale Emilia Romagna), svoltosi a Bologna lo scorso 27 febbraio, sono state affrontare alcune questioni spesso oggetto di contenzioso per le Associazioni e le Società Sportive Dilettantistiche, tra le quali figura la tracciabilità delle somme

Il primo Tavolo Tecnico CONI Emilia Romagna-Agenzia delle Entrate (Direzione Regionale Emilia Romagna) si è tenuto a Bologna lo scorso 27 febbraio, all'Hotel Savoia Regency. È stata l’occasione per affrontare alcune questioni spesso oggetto di contenzioso per le Associazioni e le Società Sportive Dilettantistiche, tra le quali figura la tracciabilità delle somme.

Nello specifico, è stato sollevato il seguente quesito: l’associazione o società sportiva dilettantistica che, in sede di accertamento, si vede disconosciuto il diritto ad utilizzare la legge 398/91 (avendone i requisiti, ovvero il conseguimento, nel periodo d’imposta precedente, di proventi, derivanti dall’esercizio di attività commerciali, per un importo non superiore a 250.000 euro) per mancata tracciabilità di una o più operazioni bancarie, ma che nel corso del periodo d’imposta in contestazione non ha superato i 250.000 euro di ricavo commerciale, nell'annualità successiva potrà essere legittimamente ritenuta in 398 in assenza di violazioni della norma sulla tracciabilità?

L’Agenzia delle Entrate ha fornito la seguente risposta: se la società/associazione sportiva dilettantistica, nell’anno in cui è stata contestata la violazione dell’obbligo di tracciabilità, è comunque in grado di provare di non aver superato il limite di 250.000 euro di proventi commerciali, nell’annualità successiva potrà continuare ad usufruire del regime speciale della Legge n. 398/1991, a condizione che ovviamente permangano i requisiti per beneficiare di tale regime e in assenza di ulteriori violazioni sulla tracciabilità o di altra natura, che possono inficiare la permanenza nel regime stesso (ad esempio, violazione del divieto di distribuzione diretta o indiretta di utili, false fatturazioni, mancanza assoluta di attività istituzionale, sistematica violazione dei principi di democraticità della vita associativa, ecc.).

L’Agenzia delle Entrate ha inoltre consigliato il seguente modus operandi:

  • tenere una prima nota degli incassi e dei pagamenti;
  • conservare in ordine cronologico tutta la documentazione contabile relativa agli incassi e ai pagamenti;  
  • avere cura che ogni versamento bancario derivi da incassi regolarmente documentati e che gli incassi di importo superiore a € 1.000 siano effettuati con modalità tracciate;
  • per gli incassi e i pagamenti effettuati con carte di credito o bancomat allegare alle ricevute il relativo documento contabile;
  • per i prelievi superiori a € 1.000 tenere a disposizione i documenti contabili di riferimento idonei a giustificare l’utilizzo dell’importo complessivamente prelevato.

Guarda le video-interviste, realizzate dal giornalista sportivo Matteo Fogacci, a:

  • Umberto Suprani, Presidente del CONI Emilia Romagna,
  • Antonio Cologno, Agenzia delle Entrate Emilia Romagna,
  • Guido Martinelli, esperto di diritto sportivo.

Share

LEGGI ANCHE

Vincenzo Spadafora

Ieri, con un messaggio su Facebook, il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha annunciato di aver inviato la bozza del Testo unico dello sport al Governo e alle forze politic

Giorgia D'Autorio

Editrice Il Campo, sotto l'egida della rivista Il Nuovo Club e dell'evento congressuale e

Edoardo Cognonato

Organizzata da Editrice Il Campo sotto l'egida della rivista

COVID-19

L’emergenza Coronavirus ha effetti importanti anche sulle imprese che, in ottemperanza delle misure vigenti, sono tenute a riconfigurare la propria struttura organizzativa e la gestione delle prestazioni lavorative per assicurare la tutela della salute de

Centro sportivo

Nonostante difficile situazione attuale, le iniziative a tasso zero a sostegno dell’impiantistica sportiva degli Enti Territoriali sono ripartite a pieno regime.

Bambino con i gunatoni

Questa pandemia ha mostrato, con drammatica evidenza, l'importanza assoluta della salute, un bene senza il quale tutto il resto perde valore e significato.