Corporate fitness firmato Les Mills

Lezione Les Mills
Autore: 
Redazione
Lunedì, Settembre 4, 2017
Il brand neozelandese noto per le sue attività di gruppo ha raggiunto un accordo con l'azienda britannica Bruntwood in virtù del quale i dipendenti degli uffici di Manchester potranno mantenersi in forma e socializzare sul posto di lavoro

Les Mills, brand neozelandese noto a livello internazionale per le sue attività di gruppo, ha recentemente raggiunto un accordo con l'azienda privata britannica Bruntwood in virtù del quale i dipendenti degli uffici di Manchester potranno mantenersi in forma, sul posto di lavoro, svolgendo i corsi tenuti da istruttori virtuali. L'azienda fondata ad Aukland da Les Mills e ora guidata da Philip Mills fa così il suo debutto nel corporate fitness.

Il piano terra dello stabile Trafford House, sede degli uffici Bruntwood, è stato ristrutturato per realizzare un'area dedicata alla socializzazione e al wellness, dotata di cucina, docce e sala congressi. All'interno di quest'ultima, durante la pausa pranzo, prima e dopo l'orario di lavoro, si terranno i corsi Les Mills con l'ausilio di un grande schermo.

Share

LEGGI ANCHE

Area forza McFIT Piacenza

La catena tedesca di fitness club low cost McFIT, che in Europa conta 250 palestre, dislocate in 5 paesi e frequentate da 1,5 milioni di abbonati, il 16 giugno scorso ha fatto il suo debutto a Piacenza, al secondo piano di Palazz

App Anytime Workouts

Anytime Fitness, il brand statunitense che identifica più di 3.500 club dislocati in 30 paesi frequentati da più di 3 milioni di soci, ha recentemente lanciato la nuova

Forza e muscoli

La convinzione che le persone in età avanzata non possano svolgere allenamenti ad alta intensità è diffusa nel settore dell'esercizio fisico, pur essendo profondamente sbagliata.

Lezione indoor cycling

Un nuovo marchio di boutique del fitness, dedicato all'indoor cycling, ha recentemente fatto il suo debutto a Londra.

Riduce il rischio di cadute, migliora l’equilibrio, la forza muscolare, e aiuta a curare diabete e depressione. No, non è una formula magica.

Defibrillatore

I defibrillatori esterni automatici, resi obbligatori per legge nei luoghi dove si fa sport a partire dallo scorso 1 luglio, salvano la vita in 14 casi di attacco cardiaco su 15.