Equinox apre la sua prima boutique a New York

Project by Equinox di New York
Autore: 
Redazione
Martedì, Maggio 30, 2017
La nota catena statunitense composta da più di 90 fitness club ha ufficialmente fatto il suo ingresso nell’effervescente marcato degli studi specializzati aprendo a New York il primo “Project by Equinox”

La prestigiosa catena statunitense Equinox, che conta più di 90 club dislocati principalmente negli Stati Uniti, ma presenti anche in Canada e Gran Bretagna, ha ufficialmente fatto il suo ingresso nell’effervescente marcato delle cosiddette “boutique”, gli studi specializzati che negli States sono già più di 100.000.

 

Sala fitness Project by Equinox

 

Lo ha fatto lo scorso marzo aprendo a New York il primo “Project by Equinox, studio di circa 300 metri quadrati che propone 38 lezioni alla settimana, singolarmente vendute a 35 dollari l’una oppure a un prezzo leggermente inferiore se acquistate in blocco all’interno di un pacchetto. Il neonato piccolo club non prevede nessuna formula di abbonamento.

Project by Equinox intende essere “uno spazio creativo riservato ai ribelli del fitness”, all’interno del quale la creatività del trainer può sbizzarrirsi. Gli istruttori non sono infatti tenuti a rispettare un format d’allenamento prestabilito in modo che lo studio funga da laboratorio nel quale sperimentare nuovi concept.

Share

LEGGI ANCHE

Tirrenia Camp 2017

Organizzata da Fispin academy A.s.d., la diciottesima edizione del Tirrenia Camp, il primo evento Spinning® all’aperto, è andata in scena da venerdì 7 a domenica 9 luglio scorsi, a Tirrenia, festeggiando i 25 anni dello Spinning® Program

E’ la grazia della danza, la spiritualità dello yoga e la potenza delle arti marziali. E’ il NIA, il Neuromuscolar Integrative Action, disciplina nata negli Stati Uniti e divenuta velocemente celebre anc

Diciamoci la verità: che ci piaccia o meno allenarci, la maggior parte di noi, prima o poi, nel corso della propria vita, si è immaginato nei panni di un ninja.

Fino a qualche anno fa, l’arte di saltare sul trampolino era riservata ai ginnasti, o al massimo a qualche ragazzino nel giardinetto di casa, nei pomeriggi assolati d’inizio estate.

Italia, patria di inventori, artisti… e pigroni.

Allenarsi in equilibrio su una fune non è più solo un esercizio da acrobati.