L’esercizio fisico costante depotenzia il coronavirus

Senior in palestra
Autore: 
A cura della Redazione
Mercoledì, Aprile 21, 2021
Uno studio condotto su un campione di quasi 50.000 persone colpite dal COVID nel 2020 evidenzia gli straordinari effetti di 150 minuti di esercizio fisico alla settimana sulla gravità della malattia.

Dallo studio condotto negli Stati Uniti da Kaiser Permanente Southern California, su un campione composto da 48.440 persone adulte risultate positive al COVID-19 tra il 1° gennaio 2020 e il 21 ottobre 2020, sono emerse evidenze scientifiche sorprendenti: i soggetti che hanno svolto non più di 10 minuti di attività motoria alla settimana sono stati ricoverarti in ospedale in una percentuale doppia rispetto a quella di coloro che hanno svolto almeno 150 minuti di esercizio fisico alla settimana e sono stati esposti a un rischio di decesso superiore del 250%.

Lo studio ha dimostrato che la sedentarietà è stato il maggiore fattore di rischio di ammalarsi in modo grave di COVID, superiore all’anzianità e all’avere un organo trapiantato. Un dato che sottolinea, per l’ennesima volta, il ruolo fondamentale svolto da fitness club e centri sportivi per la salute di tutti, nessuno escluso.

 

 

 

Share

LEGGI ANCHE

Stralcio home page sito Physical Activity Alliance

La

Studio Safe Sweat di Vancouver

Il marchio Safe Sweat ha fatto il suo ingresso nel mercato del fitness nordamericano lo scorso 22 agosto a Vancouver

Pavimentazione in gomma SBR di Giwa

Le piastrelle in gomma SBR di Giwa sono la soluzione ideale per realizzare pavimentazioni per

Rendering Legacy Hotel and Residences

Si svilupperà su un’area di circa 20.50

Locandina  #BeActive Day 2022

L’edizione 2022 della campagna #BeActive Day – attuata lo sco

Studio Barry's