Anabolizzanti: altri arresti, sequestri, perquisizioni e denuncie

Anabolizzanti: altri arresti, sequestri, perquisizioni e denuncie big
Le operazioni dei carabinieri del Nas di Bologna e Genova portano agli onori della cronaca altri reati legati all’utilizzo e allo spaccio di sostanze dopanti proibite nel mondo delle palestre e dello sport

I carabinieri del Nas di Bologna hanno recentemente eseguito tre ordinanze di arresti domiciliari e perquisizioni a conclusione di una lunga inchiesta sulla commercializzazione di sostanze dopanti, sulla ricettazione e sulla cessione di farmaci a effetto stupefacente. L’indagine, che è durata 19 mesi, è partita dalla segnalazione effettuata nell’estate 2011 da due genitori ultrasettantenni vittime di continue violenze fisiche da parte del figlio trentunenne che, abusando di sostanze anabolizzanti, diventava aggressivo anche tra le mura domestiche.

Due operai bolognesi e un operaio riminese acquistavano gli anabolizzanti (da fornitori non identificati), quindi li cedevano illegalmente ad acquirenti e utilizzatori che gravitavano nel mondo delle palestre e dello sport amatoriale. Sono state sequestrate circa 200 confezioni di prodotti proibiti e pericolosi per la salute e tra i denunciati figura anche un sessantatreenne ligure che si presentava come attivista di una associazione antidoping per poi prescrivere medicinali vietati ad atleti e body builder. È accusato di esercizio abusivo della professione medica. E tra gli indagati, in questo caso per ricettazione, c’è anche un ciclista amatoriale. Per ora non è stato preso alcun provvedimento nei confronti dei centri fitness coinvolti nell’indagine, nei quali lavoravano i due spacciatori.

I carabinieri del Nas di Genova, invece, stanno indagando su quattro genovesi che dopo aver acquistato sostanze dopanti vietate su internet le hanno utilizzate in palestra. Assumevano anabolizzanti che gli esperti definiscono “pericolosissimi”, tra i quali figura il nandrolone. Tra gli indagati sono finiti tre studenti – uno quasi laureato in ingegneria – e un manager assicurativo di 53 anni. Oltre a questi quattro consumatori abituali di sostanze proibite, sono finiti nel mirino delle autorità giudiziarie anche due preparatori atletici accusati di aver avviato i quattro all’uso dei farmaci dopanti.

Share

LEGGI ANCHE

Ragazzo in palestra

Dopo la lunga chiusura imposta dall’emergenza Coronavirus, diversi sondaggi mostrano che un gran numero di iscritti ai club statunitensi e di altri paesi ha ripreso a frequentare il proprio club e molti altri si ripropongono di farlo non appena possibile, mentre altri studi, cond

Stralcio copertina e-book

Tra i nuovi e-book pubblicati da Editrice Il Campo figura Facebook Fitness Strategy di Carmine Preziosi, una guida pratica rivolta agli operatori di fitness club e centri sportivi per gestire in modo efficace la comunicazione attraverso Facebook.

Corso di fitness

ANIF - Eurowellness continua a monitorare l’andamento delle frequenze nei club successive al lockdown, osservando così l

Rainer Schaller

RSG Group GmbH, il colosso tedesco fondato da Rainer Schaller (nella foto) proprietario del networks

Stralcio locandina web conference

Nell’ambiti degli ANIF Talks, mercoledì  15 luglio,  alle 15.30, si terrà, in diretta, la web conference che vedrà protagonista Roberto Angeletti, titolare Fitway, società di consulenza rivolta al mondo dello sport, del

Cardiofitness in palestra

Un recente studio coordinato dal professor Zhen Yan della Facoltà di Medicina dell’Università della Virginia ha evidenziato che svolgere esercizio fisico con regolarità può ridurre il rischio di soffrire della sindrome da distress respiratorio, u