Anche l'Agenzia Italiana del Farmaco riconosce il ruolo chiave dell'esercizio fisico

Anche l'Agenzia Italiana del Farmaco riconosce il ruolo chiave dell'esercizio fisico big
Il presidente dell'Agenzia Italiana del Farmaco, Sergio Pecorelli ha recentemente sottolineato l'importanza dell'attività fisica nella prevenzione delle malattie croniche, dell'invecchiamento del cervello e della degenerazione cerebrale

Sergio  Pecorelli, presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) è intervenuto all’ottava edizione dell’European  Sport Medicine Congress, svoltosi a Strasburgo dal 25 al 28 settembre.  Intervenendo nella sessione intitolata “L’attività fisica come modello prescrittivo”, ha sottolineato l’importanza dell’attività motoria nella prevenzione delle malattie croniche, dell’invecchiamento del cervello e della degenerazione cerebrale.

La tesi, condivisa e sostenuta fattivamente dal prestigioso consesso, è in linea con il Progetto “Movimento per la Salute” promosso da ANIF-Eurowellness e premia il grande impegno profuso dal suo Presidente, Giampaolo Duregon, nell’impostazione e nella realizzazione di questa innovativa iniziativa volta a offrire, a un numero in costante crescita di cittadini, un’importante soluzione ai loro problemi di salute.

Un incoraggiante segnale, anche questo, per gli operatori del fitness e dello sport che hanno le carte in regola per dare un contributo fondamentale alla soluzione dell’emergenza sanitaria che interessa i paesi più avanzati.

 

 

Share

LEGGI ANCHE

Vanessa Ferrari

Con l'hashtag la #iorestoacasa, anche la Federazione Ginnastica d'Italia invitata tutti a restare a casa, continuando però a fare esercizio, a mantene

FIBO 2019

L'edizione 2020 di FIBO, il principale evento espositivo dedicato al settore fitness e wellness a livello mondiale, era in programma alla fiera di Colonia

Basta jogging nei parchi, basta partitelle tra amici nel cortile di casa: AiCS rappresenta un milione di sportivi in Italia, a loro chiedo di stare in casa.

Un milione di euro ai reparti di terapia intensiva degli ospedali della Romagna, per l’acquisto urgente di postazioni e macchinari.

L'Università di Bologna non si ferma e dopo aver portato in modalità a distanza didattica, esami, lauree e i servizi all’utenza, da domani sbarca sui social con alcuni appuntamenti culturali e sportivi.

Con il decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri del 9 marzo scorso, il Governo guidato dal premier Giuseppe Conte ha esteso la 'zona rossa' a tutta l'Italia, nel tentativo di contenere e contrastare la diffusione del Coronavirus.