Appello di Aics: basta jogging, fate attività in casa

Autore: 
A cura della Redazione
Domenica, Marzo 22, 2020
il presidente dell`Associazione Italiana Cultura Sport, Bruno Molea, commenta la stretta sui controlli tra chi fa attività all`aria aperta e la decisione del presidente dell`Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, di vietare giri in bici, passeggiate lunghe con il cane, jogging al parco, e rivolge un appello alla collettività.

Basta jogging nei parchi, basta partitelle tra amici nel cortile di casa: AiCS rappresenta un milione di sportivi in Italia, a loro chiedo di stare in casa. Non venite meno al dovere civico: con noi, potrete fare tanta attività sia sportiva che culturale on line. Non vi lasceremo soli”. Così il presidente dell’Associazione Italiana Cultura SportBruno Molea, commenta la stretta sui controlli tra chi fa attività all’aria aperta e la decisione del presidente dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, di vietare giri in bici, passeggiate lunghe con il cane, jogging al parco.

“AiCS rappresenta lo sport sociale in Italia: sprigionare socialità attraverso lo sport è il nostro primo impegno, ma siamo anche promotori di salute e in questo momento serve essere prima di tutto responsabili – commenta il presidente Molea -. Oggi abbiamo tutti gli strumenti utili per promuovere sport e attività fisica anche tra le 4 mura domestiche, perfino per chi non ha giardino e terrazzo. AiCS sta raccogliendo in quest’area prodotti web in grado di offrire attività sportive per tutti i gusti. Dalle video lezioni di yoga agli allenamenti in diretta sui social, fino all’offerta on line per pilates, danza, e perfino pattinaggio e nuoto. Questa è l’ora della responsabilità: la nostra urgenza è oggi quella di promuovere la salute, invitando tutti i nostri atleti a limitare al massimo gli spostamenti, lasciando lo sport al salotto di casa”.

Oltre all'appello al buonsenso, hashtag #iorestoacasa, infatti, Aics ha anche creato una pagina web dove raduna un gran numero di esercizi, allenamenti, workout offerti gratuitamente via video dai propri associati: "Come continuare a fare e promuovere sport e cultura in questi difficili tempi di isolamento? Farlo è possibile - spiega l'Associazione -, utilizzando i social e le piattaforme web a disposizioni, tra cui le chat private di Whatsapp. E’ quello che stanno facendo la gran parte delle 12mila associazioni affiliate ad AiCS, rispondendo così all’appello rivolto ai territori dalla Direzione nazionale AiCS e dal presidente Bruno Molea. Molte di loro, poi, hanno anche messo a disposizione del pubblico, e non solo dei propri soci, le attività on line proposte".

Restiamo uniti, anche se divisi.

#andratuttobene

 

 

Share

LEGGI ANCHE

Mondo digitale

Pablo Foncillas Diaz-Plaja, esperto di marketing, autore, consulente e docente di fama internazionale, sarà protagonista del webinar, tenuto in lingua inglese, intitolato “How marketing leads the digital transformation: ideas, examples and trends”, proposto da

Sace Simest, la società di Cassa Depositi e Prestiti, sostiene la partecipazione di tutte le piccole e medie imprese, in forma singola o aggregata, a MidCap e grandi aziende a fiere, mostre, missioni di sistema e eventi promozionali, anche virtuali, per promuover

Corpore sano per una mens sana.

Fitness app

Fitness club e centri sportivi stanno affrontando la cosiddetta Fase 3 dell'emergenza Coronavirus, profondamente influenzata dalla digitalizzazione.

Ragazza che gioca a Padel

Tra gli sport che hanno ottenuto maggior successo dopo il lockdown figura sicuramente il Padel, inventato negli ani Sessanta da Enrique Corcuera, svolto utilizzando una racchetta corta più facile da maneggiare, risultando dinamico e reattivo.

Chuck Runyon e Dave Mortensen

Dopo le ultime aperture – avvenute a Rho, in provincia di Milano, a Francavilla, in provincia di Chieti, e a Verona – Anytime Fitness ha reso noto che aprirà altri 9 club nel nostro Paese entro la fine dell’anno, raggiungendo così quota 35.