Bologna: lo yoga entra nelle scuole primarie

Bambina fa yoga
Autore: 
Redazione
Martedì, Luglio 9, 2019
Dallo scorso febbraio alla fine di maggio, quattro scuole primarie del capoluogo emiliano hanno inserito nella loro programmazione didattica le lezioni di yoga. È la prima volta che succede in Italia e l’inedita iniziativa potrebbe stimolarne altre simili.

In alcune scuole primarie di Bologna è stato introdotto, a partire dall’anno scolastico appena conclusosi, lo yoga. Una novità assoluta per l’Italia che potrebbe fungere da apripista per altre iniziative di questo tipo, frutto del progetto parzialmente finanziato dalla Fondazione del Monte e nato dalla collaborazione tra la scuola di yoga del Centro Natura e l’associazione Arkis.

Un’iniziativa finalizzata al benessere sia fisico sia mentale dei bambini tramite lo svolgimento di un’attività millenaria nota per i benefici che assicura. Questa stimolante idea è venuta a Simona Ramazzotti del Centro Natura che ha coinvolto Anna Bergonzini, pedagogista e insegnate di yoga dell’associazione Ankis. E grazie al sostegno economico dell’associazione del Monte, quello che sembrava un sogno è diventato realtà.  A partire da febbraio 2019, quattro scuole primarie del quartiere Porto-Saragozza hanno inserito nella loro programmazione didattica le lezioni di yoga.  

«Per prima cosa – ha spiegato Anna Bergonzini – abbiamo cercato sul territorio delle scuole di yoga che proponessero già corsi di yoga per bambini, quindi ci siamo rivolte agli istituti comprensivi e ai Quartieri nei quali hanno sede le scuole individuate. Desideriamo incentivare lo svolgimento dello yoga anche al di fuori dell’orario scolastico».

 

Share

LEGGI ANCHE

Yoga, terme, massaggi e natura.

“Svegliati presto e, invece di iniziare la giornata in palestra, cominciala in discoteca”. Sembra un paradosso, e invece è l’ultimo, popolarissimo trend del fitness: il Daybreaker, che trasforma la sala da ballo in un luogo di salute e benessere.

Un recente studio dell'Università di Harvard condotto dalla professoressa Amy Cuddy ha individuato una nuova patologia legata all'uso e all'abuso del telefono cellulare.

Nel cervello adulto dei mammiferi esistono aree in cui si originano nuovi neuroni a partire da cellule staminali neurali. Una di queste è denominata zona sottoventricolare (Svz) e rappresenta la principale fonte di nuovi neuroni del cervello dei topi adulti.

Vedere atleti che sfidano ogni limite e riscrivono qualsiasi record, cimentandosi in gare destinate a passare alla storia e in prodezze capaci di incantare il mondo intero, è la norma oggi, nella società ipercomunicativa 4.0 dove tutto sembra essere esasperato, elevato e poi diffuso ai massimi li

Lezione di LadyMum

LadyMum è uno specifico protocollo d’allenamento rivolto alle donne in gravidanza e alle neo mamme nel primo anno post partum, un vero e proprio percorso di consapevolezza e benessere fisico che coniuga il sapere delle scienze