Certificazione europea per la FIAF

Certificazione europea per la FIAF big

di davide venturi

Alcuni mesi fa, la Commissione di valutazione dell’EHFA, European Health and Fitness Association ha visitato la sede nazionale della Federazione Italiana Aerobica e Fitness di Roma per verificare i metodi didattici adottati dalla SIAF (la scuola di formazione professionale della FIAF). In particolare, la Commissione ha valutato – in presenza degli allievi – le procedure, i manuali, i contenuti dei corsi, le modalità d’insegnamento, l’organizzazione e il metodo di svolgimento degli esami (teorici, pratici e orali).

La FIAF-SIAF ha così ottenuto l’accreditamento Europeo per la formazione professionale nel fitness. La CYQ è un ente riconosciuto a livello internazionale che controlla e accerta, nel Regno Unito e in altri paesi, che le scuole di formazione professionale, università, collegi e altri istituti didattici abbiano i requisiti per essere riconosciuti e accreditati a operare in base all’EQF-Fitness.

Tutto questo processo fa parte del progetto dell’EHFA denominato European Accreditation Fitness, finanziato nel 2008 dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Comunitario LifeLong Learning, sotto l’egida della Direzione Generale Educazione e Cultura. Grazie a questo progetto, entro il 2010 diversi enti di formazione professionale operanti nel settore del fitness in numerosi Paesi europei saranno accreditati.

La seconda parte del programma consiste nell’attivazione dei relativi Registri Nazionali dei Professionisti del Fitness che andranno a costituire l’EREPs, ovverosia il Registro Europeo dei Professionisti del Fitness.

L’EQF-Fitness (European Qualifications Framework) è il quadro di riferimento per la qualifica della formazione professionale nel fitness che indica i requisiti professionali minimi necessari per insegnare il fitness in Europa. Il framework indica i requisiti minimi di conoscenza, capacità e competenza di quattro figure professionali del fitness: insegnante di attività di gruppo con la musica; insegnante di sala (attrezzi cardio, isotonici e pesi liberi); insegnante di aquafitness; personal trainer.

L’obiettivo dell’EQF è creare uno standard minimo, riconosciuto da tutti i Paesi dell’Unione Europea, per quanto concerne le conoscenze, le capacità e le competenze degli istruttori di fitness al fine di facilitarne la mobilità in ambito nazionale e continentale, offrendo al datore di lavoro un sistema per capire e paragonare le capacità professionali. Il Parlamento e il Consiglio Europeo hanno adottato l’EQF nel 2008 e incoraggiano tutti gli Stati membri ad aderire al nuovo sistema entro il 2012.

Il cuore dell’EQF sono gli otto livelli in cui si suddividono tutte le professioni: ogni lavoratore si posizionerà ad un livello della scala EQF in base alle sue capacità operative e alle sue competenze.

Share

LEGGI ANCHE

Sito QRS - Qui Radio Salute

La prima web radio tv dedicata alla salute ha fatto il suo debutto il 4 febbraio scorso.

Chroma Yoga

Lo yoga, dopo aver recentemente sperimentato le alte e le basse temperature e visto nascere classi appositamente pensate per avvicinare il pubblico maschile, continua a evolversi: ora, per stimolare mente, corpo e sensi, punta sui colori.

Allenamento Victus Soul

L'effervescente mercato londinese dei piccoli studi specializzati, più noti come boutique, registra il debutto di un nuovo operatore: Victus Soul, che propone lezioni da 40 e 60 minuti, basate sui connubi HIIT e boxe e HI

pool running

La corsa scopre una nuova, inedita, versione acquatica: il pool running, particolarmente amato e diffuso nei paesi anglosassoni.

Convegno ANIF ForumClub 2018

In occasione del 20°  ForumClub, che si terrà nel Padiglione 19 della Fiera di Bologna e nell'attiguo Palazzo del Congressi, ANIF–Eurowel

Un recente studio ISTAT ha rivelato che 23 milioni e 85mila italiani non praticano sport e tantomeno attività fisica nel tempo libero. Nello specifico, è sedentario il 43,4% delle donne e il 34,8% degli uomini.