Cervicale, depressione: usare troppo lo smartphone non fa bene alla salute

Autore: 
A cura della Redazione
Mercoledì, Luglio 3, 2019
Un recente studio dell'Università di Harvard condotto dalla professoressa Amy Cuddy ha individuato una nuova patologia legata all'uso e all'abuso del telefono cellulare. È il cosiddetto "collo da smartphone": se ne parla a un seminario a Bormio Terme con gli insegnanti della scuola VitalaYoga di Roma dal 15 al 19 luglio.

Un recente studio dell'Università di Harvard condotto dalla professoressa Amy Cuddy ha individuato una nuova patologia legata all'uso e all'abuso del telefono cellulare. È il cosiddetto "collo da smartphone", secondo alcuni esperti una vera e propria malattia, secondo altri più semplicemente un "atteggiamento posturale" sbagliato, che in ogni caso è in grado di incidere pesantemente non solo sull'equilibrio fisico del nostro corpo, ma anche su quello psichico. Secondo la professoressa Cuddy, la posizione innaturale che deriva dall'essere troppo spesso chini sullo schermo del telefonino o del tablet può incidere anche su umore e memoria, facendoci sentire in generale depressi e meno determinati. La cosiddetta "Text Neck Syndrome" in sostanza costringe il collo a una postura scorretta sovraccaricando la colonna cervicale. La testa piegata in avanti infatti arriva a pesare addirittura 27 chili invece dei 4-5 chili di quando è in posizione eretta.

Fondamentale, secondo gli esperti, è quindi cercare di riequilibrare il corretto assetto dell'organismo cominciando dalla postura ma integrando anche quelle pratiche di meditazione e rilassamento che fra molte discipline offre in particolare lo yoga. Un vero toccasana per depurare tanto il corpo quanto la psiche dalle "scorie" dalle quali è gravato per colpa di un uso eccessivo degli smartphone e dei tablet. Se ne discuterà nella magnifica cornice di Bormio, nell'Alta Valtellina, nell'ambito di un seminario organizzato da Bormio Terme in collaborazione con la rinomata scuola romana VitalaYoga di Beatrice Giampaoli, medico chirurgo con vent'anni di esperienza come insegnante di yoga. Il seminario sulla Text Neck Syndrome sarà solo uno dei tanti appuntamenti all’interno dello Yoga Festival che si svolgerà dal 15 al 19 luglio. Durante le lezioni condotte con il metodo VitalaYoga, basato sui benefici delle oscillazioni, si forniranno dimostrazioni pratiche di riallineamento posturale. Le lezioni di rilassamento profondo con la tecnica dello Yoga Nidra saranno invece curate dall’insegnante di yoga Nicoletta Appignani. All’interno del festival si potranno scoprire tanti altri stili, dall’Hatha al Vinyasa, dall’Ashtanga al Gentle flow.

Share

LEGGI ANCHE

Yoga, terme, massaggi e natura.

Bambina fa yoga

In alcune scuole primarie di Bologna è stato introdotto, a partire dall’anno scolastico appena conclusosi, lo yoga.

“Svegliati presto e, invece di iniziare la giornata in palestra, cominciala in discoteca”. Sembra un paradosso, e invece è l’ultimo, popolarissimo trend del fitness: il Daybreaker, che trasforma la sala da ballo in un luogo di salute e benessere.

Nel cervello adulto dei mammiferi esistono aree in cui si originano nuovi neuroni a partire da cellule staminali neurali. Una di queste è denominata zona sottoventricolare (Svz) e rappresenta la principale fonte di nuovi neuroni del cervello dei topi adulti.

Vedere atleti che sfidano ogni limite e riscrivono qualsiasi record, cimentandosi in gare destinate a passare alla storia e in prodezze capaci di incantare il mondo intero, è la norma oggi, nella società ipercomunicativa 4.0 dove tutto sembra essere esasperato, elevato e poi diffuso ai massimi li

Lezione di LadyMum

LadyMum è uno specifico protocollo d’allenamento rivolto alle donne in gravidanza e alle neo mamme nel primo anno post partum, un vero e proprio percorso di consapevolezza e benessere fisico che coniuga il sapere delle scienze