Cina, è boom per il fitness e lo sport

Cina, è boom per il fitness e lo sport big

di andrea muzzarelli

Dal 2001, anno in cui Pechino conquistò l’edizione 2008 delle Olimpiadi, la Cina ha visto crescere il proprio settore fitness/wellness in modo prodigioso. Xiao Tian, vicedirettore della General Administration of Sports of China (GASC), nutre forti speranze nel fatto che questa espansione possa continuare nel corso dei prossimi anni, e ritiene che le stesse Olimpiadi abbiano contribuito in modo determinante a una vera e propria “esplosione” di interesse del popolo cinese nei confronti dello sport e del fitness.

Secondo un rapporto pubblicato dalla Gasc, il mercato del fitness e dello sport è cresciuto nell’ultimo anno e mezzo – un periodo non certo favorevole sul piano economico-finanziario – dell’8,5%. Un dato notevole che testimonia un importante cambiamento rispetto al passato: prima che le Olimpiadi comparissero all’orizzonte, infatti, Pechino poteva contare su appena due fitness club di “ispirazione” occidentale.

Nel 2001 Matt Lewis, il neozelandese proprietario di questi due centri (Evolution Fitness), si pose l’obiettivo di diffondere il concetto occidentale di fitness presso la popolazione cinese. Era una vera sfida, al punto che era persino difficile trovare personale qualificato da impiegare nei club. Come ha confessato Lewis, «la gente non ne aveva la minima idea. Per loro era tutto nuovo.» Oggi, a nove anni di distanza, la capitale cinese conta circa 500 centri con 3 milioni di soci, e i due club di Lewis (che nel frattempo li ha venduti per fare il consulente) hanno 4mila iscritti e fatturano 2 milioni di dollari all’anno.

Liu Qingzao, docente all’Università dello Sport di Shanghai, ha precisato che, anche nel bel mezzo di una pesante crisi economica globale, il futuro del fitness in Cina è tuttora molto promettente, con un potenziale di mercato considerevole anche per il mondo dello sport a tutto tondo. Xiao Tian è dello stesso avviso: «Gli imprenditori del settore dovrebbero cogliere queste opportunità, perché la domanda interna del mercato è in continua crescita.»

Share

LEGGI ANCHE

Hotel Irvine

La prima edizione dell'Annual Business Convention & Expo organizzata da AFS, la statunitense Association of Fitness Studios di cui la rivista Il Nuovo Club è media partner esclusivo per l'Italia, si

Un italiano su 3 è ossessionato dallo sport

Ossessionati dalla perfezione del corpo, abituati alle diete ipocaloriche o dipendenti da integratori e anabolizzanti, oggi ben un italiano su 3 (28%) sembra essere ossessionato dallo sport. Secondo gli esperti questo avviene perché, soprattutto a livello diletta

Lezione indoor cycling Another Space

Il segmento di mercato composto dalle cosiddette "boutique", ovvero i club specializzati di piccolissime dimensioni, definiti anche studi, ha davanti a sé ulteriori e interessanti margini di crescita.

TalkS2018

Ormai la digitalizzazione permea in ogni ambito dei centri sportivi, dei fitness-wellness club e delle piscine.

Body Groove

La "Too Fat -Too Thin Syndrome", la sindrome in virtù della quale chi ne soffre si vede talmente grasso da dimagrire in modo eccessivo, e dunque non salutare, può e deve essere vinta.

Lezione di Pound

Dall'incontro di due batteriste ed ex atlete è nato, nel 2011, Pound, l'attività fitness che unisce yoga e Pilates, distinguendosi inoltre per l'utilizzo di bacchette leggermente ponderate, defi