Crank up, il social network degli sportivi che vogliono condividere l'allenamento

Crank up, il social network degli sportivi che vogliono condividere l’allenamento big
Il social dove gli sportivi possono scambiarsi idee e darsi appuntamento per allenarsi in compagnia

Fare esercizio fisico da soli è più difficile e non sempre divertente. Perché, allora, non cercare su Internet compagni d’allenamento? È l’idea venuta circa un anno fa a Francesco Pasotti, ventisettenne bolognese appassionato di sport e laureato in Economia. Crank up nasce così, come luogo virtuale dove gli sportivi possono incontrarsi, scambiarsi idee e darsi appuntamento per allenarsi in compagnia. È online dallo scorso dicembre, grazie alla collaborazione tra Pasotti e i suoi due soci con un team di programmatori.

L’idea – nata dalla passione di Pasotti per lo sport e dal suo desiderio di condividere l’allenamento con altre persone ovunque si trovasse per motivi di lavoro – ha già conquistato numerosi sportivi che viaggiano spesso, studenti fuori sede e persone che vogliono semplicemente allargare la propria cerchia di amicizie.

Per accede a Crank up è necessario registrarsi e creare il proprio profilo sportivo, ovvero indicare le discipline praticate, la frequenza dei propri allenamenti, il proprio livello di preparazione, così come, ovviamente, la città in cui ci si trova, il luogo e l’ora dell’incontro per poter essere contattati da chi è interessato. Le adesioni vengono comunicate via e-mail, oppure tramite sms o chiamata sul cellulare. E per chi non si presenta all’appuntamento è prevista una segnalazione negativa.

Sono già più di 650 le discipline che si possono praticare in compagnia, un numero in costante crescita grazie alle segnalazioni degli iscritti che hanno superato quota 1.500. C’è spazio anche per attività meno popolari come il tiro alla corda e l’innovativo Dragon Boat e tra i partner del sito figurano la Federazione Italiana Fitness, la Federazione Italiana Pole Dance, centri sportivi universitari e persino radio nazionali.
Crank up, attualmente alla ricerca di investitori che possano assicurare un ulteriore sviluppo, auspica l’elargizione di finanziamenti a favore delle attività giovanili.

 

Share

LEGGI ANCHE

Vanessa Ferrari

Con l'hashtag la #iorestoacasa, anche la Federazione Ginnastica d'Italia invitata tutti a restare a casa, continuando però a fare esercizio, a mantene

FIBO 2019

L'edizione 2020 di FIBO, il principale evento espositivo dedicato al settore fitness e wellness a livello mondiale, era in programma alla fiera di Colonia

Basta jogging nei parchi, basta partitelle tra amici nel cortile di casa: AiCS rappresenta un milione di sportivi in Italia, a loro chiedo di stare in casa.

Un milione di euro ai reparti di terapia intensiva degli ospedali della Romagna, per l’acquisto urgente di postazioni e macchinari.

L'Università di Bologna non si ferma e dopo aver portato in modalità a distanza didattica, esami, lauree e i servizi all’utenza, da domani sbarca sui social con alcuni appuntamenti culturali e sportivi.

Con il decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri del 9 marzo scorso, il Governo guidato dal premier Giuseppe Conte ha esteso la 'zona rossa' a tutta l'Italia, nel tentativo di contenere e contrastare la diffusione del Coronavirus.