Cresce la pratica sportiva in Toscana

Pista atletica
Autore: 
Redazione
Martedì, Marzo 27, 2018
Grazie ai 6.000 impianti sportivi pubblici e privati e alle 9.700 associazioni sportive presenti in Toscana, più di due milioni di abitanti fanno sport e svolgono attività motoria. È quanto emerge dal Primo Rapporto sullo Sport in Toscana

In Toscana, il numero di chi fa sport a tutti i livelli è costantemente cresciuto negli ultimi quattro anni. È quanto emerge dal Primo Rapporto sullo Sport in Toscana, voluto dall'Osservatorio Regionale per lo Sport, dalla Regione Toscana, dal CONI Toscana, dal CIP e dall'ANCI.
«In Toscana – ha detto Riccardo Burresi, presidente dell'Osservatorio Regionale per lo Sport – abbiamo oltre 320mila atleti tesserati con le Federazioni Sportive, circa 18.000 in più rispetto al 2013. Ciò significa che le politiche della Regione per lo sport hanno effetti positivi. Due toscani su tre svolgono attività sportiva o attività fisica. Un quarto dei toscani, ovvero 941mila persone, pratica uno o più sport. Il nostro rapporto - prosegue Burresi - fotografa la straordinaria importanza sociale, economica e per la salute dello sport e ci riempiono di orgoglio e responsabilità le parole del Ministro dello sport Luca Lotti, che definisce il nostro lavoro "un’iniziativa importante, che dimostra attenzione alla qualità di vita dei cittadini", sottolineando, inoltre, che non era mai accaduto che una regione stilasse un documento di questo tipo».
I numeri raccolti dal Rapporto dicono che nei 279 comuni rilevati della Toscana, con una popolazione residente superiore a 3,7 milioni, sono presenti 6.210 impianti (1,65 impianti per 1.000 abitanti), di cui 5.775 funzionanti (1,54 per 1.000 abitanti). Il 66% di queste strutture adibite allo sport e all'esercizio fisico sono pubbliche, il restante 34% private.
«Sono numeri che ci fanno ben sperare – aggiunge Burresi – in quanto, come sappiamo, una regolare attività fisica contribuisce a migliorare la qualità della vita e i suoi benefici in termini di salute sono noti. Tra questi figurano l'abbassamento del rischio di soffrire di patologie cardiovascolari, ipertensione, diabete di tipo 2 e alcune forme di tumore (colon, seno). Gli effetti positivi interessano inoltre la salute mentale, con la riduzione dei livelli di stress, ansia e depressione, senza dimenticare il controllo del peso. Un regime alimentare corretto associato alla giusta dose di attività motoria sono le più importante forme di prevenzione delle malattie e il miglior modo per stare in salute. Il coinvolgimento di oltre 2 milioni di toscani nella pratica sportiva - conclude Burresi - non sarebbe possibile senza lo straordinario lavoro di oltre 87.000 persone che a vario titolo, e spesso come volontari, rendono possibile l’attività sportiva nelle oltre 9.700 associazioni sportive della Toscana alla quali va tutta la nostra gratitudine e tutta la nostra attenzione».

Share

LEGGI ANCHE

Cervelli

Un'équipe di ricercatori del Centro studi e ricerca in Neuroscienze Cognitive dell’Università di Bologna (Dipartimento di Psicologia - Campus di Cesena) ha messo a punto una nuova tecnica non invasiva che consente di alterare le connessioni tra diverse ar

Gli operatori del fitness e dello sport del Regno Unito hanno fatto quadrato nell'ambito della prima edizione dell'iniziativa Active Uprising, letteralmente "Insurrezione Attiva", organizzata da ukactive

KAB Kataklò Aerial Barre

Giulia Staccioli, finalista olimpica a Los Angeles 1984 e Seoul 1988 nella ginnastica ritmica, ex membro della nota compagnia teatrale di ballerini-acrobati Momix, dal 1995 dirige Kataklò, compagnia rinomata in ambito internazion

Foto di gruppo workshop "Train Clean to Feel Good"

L'utilizzo di sostanze illegali, molto pericolose per la salute, è molto diffuso anche tra i non professionisti del fitness e dello sport che fanno ricorso al doping per essere più forti, più muscolosi, più asciutti.

Coreogasm

No, non è uno scherzo. Il workout che contribuisce a migliorare la vita sessuale esiste davvero e si chiama Coregasm.

Palestra flessibile

Aperta 24 ore su 24, 7 giorni su 7. In una parola: flessibile. È questa la palestra del futuro, o per meglio dire, del presente.