Crunch Fitness: la ripresa procede a gonfie vele

Club Crunch Fitness
Autore: 
A cura della Redazione
Lunedì, Dicembre 13, 2021
Il franchising statunitense ha pienamente recuperato il terreno perduto a causa dei lockdown: ora il numero complessivo di iscritti che frequentano i suoi quasi 400 club è superiore a quello che registrava prima della pandemia.

Il franchising statunitense Crunch Fitness ha pienamente recuperato il terreno perduto a causa dell’emergenza coronavirus e dei conseguenti lockdown: ora il numero complessivo di iscritti che frequentano i suoi club è superiore a quello che registrava prima della pandemia. Per la precisione, lo scorso ottobre ha superato del 128% i valori pre-pandemici e prevede di tagliare il traguardo dei 400 club entro il prossimo febbraio.

Il colosso con quartier generale a New York è presente in 30 stati, nonché in Australia, Canada, Costa Rica, Portogallo e Spagna e nel 2019 ha ricevuto un sostegno finanziario dal gruppo di private equity TPG. È inoltre proprietario e gestore dei club Signature, attivi nei mercati urbani statunitensi di New York, Miami, Los Angeles e San Francisco.

Share

LEGGI ANCHE

Logo Sport Civico

Sport Civico”, progetto nazionale Uisp sostenuto dal Dipartimento per lo Sport<

Yoga in spiaggia

Proclamata dall’ONU con una risoluzione del dicembre 2014, la giornata mondiale dello yoga si celebra come sempre il 21 giugno per promuo

Guido Martinelli

La Fondazione Sport City ha presentato la prima edizione

Cover GMDI

Il podcast “GDMI, 30 giorni di allenamento”, realizzato dal

PNRR

Una nuova area fitness outdoor

Attese molto positive per il settore del turismo all’aria aperta.