Dog Human Fitness, l’allenamento a sei zampe

Autore: 
A cura della Redazione
Lunedì, Settembre 30, 2019
Un'ora di esercizio fisico svolta insieme al proprio cane assicura significativi benefici a entrambi. Il fitness "a sei zampe" portebbe conquistare anche i club desiderosi di ampliare la propria offerta avvicinando le tante persone che amano i cani e dai quali si separano il meno possibile.

Correre al parco con il cane ha il nome di una disciplina: si chiama Dog Human Fitness, ed è entrato a pieno titoloa tra i workout più apprezzati dal popolo dello sport. Nata per coniugare l’attività fisica umana con tutti i benefici legati a uno stile di vita sano, uniti alla condivisione di momenti ricreativi con il proprio animale domestico, il Dog Human Workout è fondamentalmente un allenamento a 6 zampe, durante il quale ci si può allenare assieme, generalmente per circa un’ora. L’allenamento più strutturato, organizzato dalla Fisc, la Federazione italiana sport cinofili, durano appunto 60 minuti, e si tratta di un allenamento “totalmente individualizzato secondo le caratteristiche dei binomi presenti. L’attività è composta da un lavoro cardiovascolare alternato a momenti specifici per il miglioramento delle componenti muscolari. La sessione si svolge in modo attivo per cane e persona, infatti, il ruolo del conduttore non soggiace ad una semplice guida del lavoro, ma è coinvolto in modo da poter ottenere lui stesso benefici fisici dall’attività, nonché migliorare la relazione con il cane”.

L’allenamento tecnico, dunque, non porta solo benefici all’umano, ma anche il cane viene addestrato: “Il Dog Human Fitness – spiega la Fisc - si prefigge di sensibilizzare il proprietario a una conduzione di vita sana, nel rispetto delle esigenze reciproche, promuovendo uno stile di vita migliore, adottando un approccio alternativo e multidisciplinare. Il Dog Human Fitness è una disciplina sportiva delle attività sportive cinotecniche, che vuole incoraggiare, promuovere e aiutare attivamente il binomio cane-persona in un’ottica di gioco, sport e salute”.

 

 

E’ un’attività pensata per aumentare i momenti di condivisione con il proprio cane, insomma, tramite un’attività sportiva ed educativa che favorisca una maggior complicità e condivisione di esperienze. Non si limita alla sola sfera affettiva, ma abbraccia e promuove il concetto di benessere in una forma più globale. Infatti, il ruolo centrale di questa proposta è la pratica motoria svolta in forma attiva da entrambi i protagonisti in prevalenza in ambiente naturale e all’aria aperta.

Ma anche se non si affronta, con il proprio amico a 4 zampe, un vero e proprio allenamento-addestramento, in generale portare il cane al parco e correre insieme a lui offre l’opportunità di mantenersi in forma anche al padrone più sedentario, inducendolo a essere più attivo ogni giorno. “Rispetto ad altre modalità di promozione dell’attività fisica in cui la persona non intravede alcun obiettivo e prima o poi abbandona il programma consigliato, l’avere un cane ha il vantaggio di fornire una motivazione precisa e inderogabile, da mantenere necessariamente a tempo indeterminato”, racconta Katherine Hoerster, coordinatrice di uno studio condotto dall’Università di San Diego sul tema e pubblicato sulla rivista Preventive Medicine.

In base allo studio, il 64% di coloro che portano a spasso il cane completano regolarmente, spesso senza rendersene conto, i livelli di attività fisica raccomandati dagli istituti di sanità per prevenire le malattie del cuore e della circolazione. Il dog-walking, poi, cioè la passeggiata quotidiana con il proprio amico a 4 zampe, fa benissimo al cuore e consente di camminare la quota giornaliera di passi per essere sempre in forma.

Il fitness "a sei zampe" portebbe conquistare anche i fitnes club e i personal trainer desiderosi di ampliare la propria offerta avvicinando le tante persone che amano i cani e dai quali si separano il meno possibile.

Share

LEGGI ANCHE

Game face

Comunemente chiamata game face, la faccia da competizione è l’espressione concentrata e seria che spesso esibiscono gli atleti prima di un importante match sportivo.

Pasticche

Le indagini erano coordinate dai Nas di Firenze e avevano preso piega dopo il sequestro, a Figline Valdarno (FI), di un plico di sostanze dopanti e stupefacenti proveniente dalla Polonia e smistato in tutto il territorio.

Ingresso stabilimento termale

A seguito dell’ennesima campagna pubblicitaria, attuata da un operatore commerciale, che utilizza in modo equivoco la parolaterme”, affiancandola a servizi di natura del tutto estranei alle cure e alle prestazioni termali definite dalla Legge 323/2000

Donna bendata

Il senso della vista ci fornisce ben l’80% delle informazioni che quotidianamente utilizziamo per orientarci e muoverci nel mondo.

Esercizio in palestra

Da una recente indagine coordinata da Paolo Menconi, Presidente di IFOOsservatorio Internazionale del Fitness, in collaborazione co

Donna con mal di schiena

Sono tanti i muscoli messi a dura prova da sedentarietà e stress.