Genova: centri fitness esclusi dal calcolo Tares

Genova: centri fitness esclusi dal calcolo Tares big
Il consiglio comunale di Genova ha approvato all’unanimità un emendamento per escludere dal conteggio per il pagamento della Tares (Tassa Rifiuti e Servizi) le superfici delle palestre sulle quali si svolge l'attività motoria e sportiva

Con 32 voti favorevoli su 32 presenti, il consiglio comunale di Genova ha recentemente approvato l’emenda- mento che di fatto esclude dal conteggio per il pagamento della Tares (Tassa Rifiuti e Servizi) le superfici sulle quali si svolge l’attività motoria e sportiva dei fitness club.

Secondo il consigliere Stefano Anzalone, ex Idv, che ha proposto l'emendamento, si tratta di «un risultato importante, un aiuto alle società sportive che potranno così risparmiare 200.000 euro. Solo le aree ristoro e gli spogliatoi delle palestre – ha aggiunto Anzalone – saranno tenuti in considerazione per il calcolo della Tares».

Share

LEGGI ANCHE

Sito QRS - Qui Radio Salute

La prima web radio tv dedicata alla salute ha fatto il suo debutto il 4 febbraio scorso.

Chroma Yoga

Lo yoga, dopo aver recentemente sperimentato le alte e le basse temperature e visto nascere classi appositamente pensate per avvicinare il pubblico maschile, continua a evolversi: ora, per stimolare mente, corpo e sensi, punta sui colori.

Allenamento Victus Soul

L'effervescente mercato londinese dei piccoli studi specializzati, più noti come boutique, registra il debutto di un nuovo operatore: Victus Soul, che propone lezioni da 40 e 60 minuti, basate sui connubi HIIT e boxe e HI

pool running

La corsa scopre una nuova, inedita, versione acquatica: il pool running, particolarmente amato e diffuso nei paesi anglosassoni.

Convegno ANIF ForumClub 2018

In occasione del 20°  ForumClub, che si terrà nel Padiglione 19 della Fiera di Bologna e nell'attiguo Palazzo del Congressi, ANIF–Eurowel

Un recente studio ISTAT ha rivelato che 23 milioni e 85mila italiani non praticano sport e tantomeno attività fisica nel tempo libero. Nello specifico, è sedentario il 43,4% delle donne e il 34,8% degli uomini.