The Good Plates, il ristorante del benessere mentale

The Good Plates
Autore: 
Redazione
Giovedì, Marzo 12, 2020
David Lloyd Clubs ha aperto un ristorante pop-up a Londra, progettato specificatamente per il benessere mentale.

Un team di terapisti nutrizionali e interior designer ha realizzato The Good Plates, un ristorante in cui ogni dettaglio è stato studiato in funzione del benessere mentale: dal cibo alle stoviglie, all’arredamento e alla combinazione di colori, luci e musica.

Anche il menù, ideato dallo chef e ambasciatore per la salute mentale Andrew Clarke sotto la supervisione del nutrizionista Ian Marber, è stato scelto ad hoc. La coppia di professionisti ha scelto ogni ingrediente basandosi su ciò che aiuta il nostro intestino a funzionare al meglio e, nondimeno, ciò di cui il nostro cervello ha bisogno per mantenerci mentalmente sani e positivi. «Una buona dieta – ha commentato Andrew Clarke con riferimento alle sei portate di cui è composto l’innovativo menù – è essenziale per una migliore salute mentale. Il menù che abbiamo creato impiega ingredienti di comprovata efficacia per il benessere mentale, per migliorare l’umore e, più in generale, la funzionalità del cervello. Speriamo di incoraggiare le persone a considerare il cibo e la nutrizione non solo in funzione della salute fisica, ma anche e soprattutto di quella psicologica».

Oltre alla consulenza di questi guru del cibo, David Lloyd Clubs ha raggiunto un accordo di collaborazione con Katharine Pooley, esperta interior designer in grado di garantire che ogni dettaglio dell’ambiente sia realizzato per favorire il benessere mentale.

«Il ristorante The Good Plates – ha aggiunto Andrea Dearden, direttore marketing di David Lloyd Clubs – non vuole essere una cura o una soluzione rapida per chi ha problemi di salute mentale, bensì un luogo caldo e accogliente, nel quale le persone possano imparare in modo interattivo e sperimentare sulla propria pelle come determinati alimenti, ambienti e conversazioni possano integrare il benessere mentale nella propria vita quotidiana».

L’obiettivo del ristorante è dunque far vivere agli ospiti un’esperienza positiva, che offra preziosi spunti su come vivere al meglio il momento della convivialità in ogni suo aspetto. Il prossimo passo sarà l’implementazione del menù di The Good Plates anche nelle aree ristoro dei club David Lloyd.

Share

LEGGI ANCHE

Più  corsi ibridi e soluzioni multiservizio, è il fitness del futuro

Nonostante la pandemia abbia cambiato radicalmente le nostre abitudini quotidiane, privandoci di spazi come palestre, piscine e cinema per rinchiuderci in casa, 9 persone su 10 non intendono rinunciare all’attività fisica.

Ragazza sorridente in palestra

Pensare positivo per sentirsi meglio e rimanere ‘puri’. È’ il credo di un nuovo stile di vita nato, come spesso accade, negli Stati Uniti e dilagato in poco tempo in mezzo mondo, Italia compresa. Come funziona?

Studio Coldiretti

Che durante il lockdown di marzo il cibo avesse sostituito in larga parte quella socialità che, in una lontana epoca pre-Covid, ci teneva impegnati nelle ore extra-lavorative ce n’eravamo accorti: tutto d’un tratto, spaghetti e ciambelloni avevan

Londra

Le palestre avrebbero dovuto restare aperte nel Regno Unito.

Berlino

Un’azione legale collettiva contro il lockdown di un mese e la conseguente chiusura di palestre, piscine e attività ludiche.

Ragazza in palestra

La decisione presa con l’ultimo DPCM riguardo a palestre e piscine, e di fatto rinviata alla prossima settimana, ha creato una frattura all’interno del Comitato Tecnico Scientifico, segno – commenta Fiorenza Sarzanini nell’