Il piano di rilancio di Milanosport

Il piano di rilancio di Milanosport big
La Società per Azioni creata dal Comune di Milano per gestire gran parte delle strutture sportive pubbliche intraprende un nuovo corso

Milanosport, la Società per Azioni creata dal Comune di Milano per gestire gran parte delle strutture sportive pubbliche – in gran parte piscine – cercando di avvicinarle alle aspettative dei cittadini, ha imboccato un nuovo corso presentato all’inizio d luglio dal presidente Pierfrancesco Barletta che ha annunciato le novità per i prossimi tre anni.

Oltre ai tornelli introdotti per il controllo accessi, alla proposta di cene a bordo vasca e una più approfondita conoscenza degli utenti, è stato predisposto un significativo piano d’investimenti sulle strutture pari a circa 7,6 milioni di euro. Poiché di questi tempi l’efficienza economica è un imperativo categorico, le attività principali del sodalizio meneghino, ossia le piscine, devono risultare redditizie. E per raggiungere questo obiettivo primario si punterà anche su attività collaterali, che coinvolgono addirittura la moda e la cultura.

Il nuovo sistema di controllo degli accessi informatizzato consentirà anche di costruire una banca dati contenente i profili degli utenti che consentirà di pianificare strategie di marketing e configurare servizi in modo maggiormente mirato. Per risollevare il marchio Milanosport è stata prevista una campagna pubblicitaria, mentre per quanto concerne gli interventi strutturali – indispensabili per rilanciare piscine che in molti casi sono fatiscenti – nel corso del prossimo triennio verranno effettuati interventi di ristrutturazione utilizzando i fondi del vecchio aumento di capitale. Verranno completamente ristrutturati gli spogliatoi e riqualificate le vasche e a settembre sono entrare in vigore le nuove tariffe delle iscrizioni ai corsi, rincarate del 2 per cento, mentre il prezzo degli ingressi occasionali è rimasto invariato.

Il nuovo piano ha come obiettivo rilanciare la società – spesso definita un “carrozzone” per le ingenti spese di gestione – e ridurre i contributi del Comune a 2,6 milioni entro il 2014 (contro i 6-7 precedenti). Questo drastica riduzione dei costi prevede importanti risparmi, il ricorso a sponsorizzazioni e l’affitto di impianti come il nuovo Palalido e il XXV Aprile.

Per informazioni visitate il sito di Milanosport

Share

LEGGI ANCHE

Mondo digitale

Pablo Foncillas Diaz-Plaja, esperto di marketing, autore, consulente e docente di fama internazionale, sarà protagonista del webinar, tenuto in lingua inglese, intitolato “How marketing leads the digital transformation: ideas, examples and trends”, proposto da

Sace Simest, la società di Cassa Depositi e Prestiti, sostiene la partecipazione di tutte le piccole e medie imprese, in forma singola o aggregata, a MidCap e grandi aziende a fiere, mostre, missioni di sistema e eventi promozionali, anche virtuali, per promuover

Corpore sano per una mens sana.

Fitness app

Fitness club e centri sportivi stanno affrontando la cosiddetta Fase 3 dell'emergenza Coronavirus, profondamente influenzata dalla digitalizzazione.

Ragazza che gioca a Padel

Tra gli sport che hanno ottenuto maggior successo dopo il lockdown figura sicuramente il Padel, inventato negli ani Sessanta da Enrique Corcuera, svolto utilizzando una racchetta corta più facile da maneggiare, risultando dinamico e reattivo.

Chuck Runyon e Dave Mortensen

Dopo le ultime aperture – avvenute a Rho, in provincia di Milano, a Francavilla, in provincia di Chieti, e a Verona – Anytime Fitness ha reso noto che aprirà altri 9 club nel nostro Paese entro la fine dell’anno, raggiungendo così quota 35.