Istanbul capitale europea dello sport

Istanbul capitale europea dello sport big
Premiata a Bruxelles la capitale turca per le sue politiche di promozione dello sport

Pochi giorni fa, a Bruxelles, nella sala del Parlamento Europeo dedicata ad Alcide De Gasperi, si è svolta la consueta cerimonia annuale con la quale l’Associazione delle Capitali e delle Città Europee per lo Sport assegna ufficialmente il titolo di “Capitale Europea dello Sport dell’Anno”. Erano presenti più di 400 persone, tra cui i parlamentari europei e i commissari dell’Unione Europea, nonché ministri, sindaci e assessori provenienti da tutto il Vecchio Continente.

Il titolo di Capitale Europea dello Sport 2012 è andato a Istanbul e Cristobal Grau, assessore allo sport di Valencia, Capitale Europea dello Sport 2011, ha completato la cerimonia passando il testimone al sindaco della capitale turca Kadir Topbas. Questo importante riconoscimento implica un impegno esemplare nella promozione dello sport e dei suoi benefici in termini di benessere psicofisico, aggregazione e integrazione sociale e, di conseguenza, qualità della vita. Istanbul capitale dello sport 2012

Concretamente assegna all’amministrazione della città vincitrice un incentivo economico che consenta di attuare politiche per lo sviluppo dello sport, realizzare infrastrutture e implementare progetti che favoriscano l’integrazione in ambiti sociali problematici o deboli (disabili, anziani, adolescenti in situazioni a rischio e immigrati).

Share

LEGGI ANCHE

Vanessa Ferrari

Con l'hashtag la #iorestoacasa, anche la Federazione Ginnastica d'Italia invitata tutti a restare a casa, continuando però a fare esercizio, a mantene

FIBO 2019

L'edizione 2020 di FIBO, il principale evento espositivo dedicato al settore fitness e wellness a livello mondiale, era in programma alla fiera di Colonia

Basta jogging nei parchi, basta partitelle tra amici nel cortile di casa: AiCS rappresenta un milione di sportivi in Italia, a loro chiedo di stare in casa.

Un milione di euro ai reparti di terapia intensiva degli ospedali della Romagna, per l’acquisto urgente di postazioni e macchinari.

L'Università di Bologna non si ferma e dopo aver portato in modalità a distanza didattica, esami, lauree e i servizi all’utenza, da domani sbarca sui social con alcuni appuntamenti culturali e sportivi.

Con il decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri del 9 marzo scorso, il Governo guidato dal premier Giuseppe Conte ha esteso la 'zona rossa' a tutta l'Italia, nel tentativo di contenere e contrastare la diffusione del Coronavirus.