La forza del cambiamento

La forza del cambiamento big
La neonata Federazione Italiana Pesistica -nuova denominazione della Federazione Italiana Pesistica e Cultura Fisica- è stata ufficialmente presentata lo scorso 12 ottobre

 

La neonata Federazione Italiana Pesistica – nuova denominazione della Federazione Italiana Pesistica e Cultura Fisica – è stata ufficialmente presentata lo scorso 12 ottobre presso il Salone d’Onore del CONI, a Roma, nel corso della conferenza stampa alla quale hanno partecipato ospiti illustri. Tra questi il Presidente del CONI Giovanni Petrucci, il Ministro della Gioventù Giorgia Meloni, Jay Hoffman, Presidente della National Strength and Conditioning Association (NSCA), e  Antonio Urso, Presidente della ex Federazione Italiana Pesistica e Cultura Fisica trasformatasi appunto in Federazione Italiana Pesistica (FIPE).

Petrucci ha ricordato che nel corso degli anni la Federazione ha contribuito in modo significativo alla promozione dell’attività sportiva, lottando contro il doping e sostenendo l’attività giovanile, svolgendo un lavoro che dovrebbe essere preso a esempio da tutte le Federazioni. E il Ministro Meloni ha aggiunto che il Presidente della FIPE Urso sta svolgendo un lavoro straordinario per promuovere uno stile di vita improntato alla salute e combattere sovrappeso e obesità anche attraverso l’esercizio fisico svolto anche con l’ausilio dei pesi.

Ha ovviamente preso la parola anche Urso. «Siamo una Federazione con oltre cent’anni di storia – ha detto –, abbiamo raggiunto tanti obiettivi e ne abbiano fissati altrettanti. Il cambio di denominazione in Federazione Italiana Pesistica è il segno del cambiamento in essere, mentre l’accordo con il CIP (Comitato Italiano Paralimpico, ndr) ci proietta in una dimensione ancora più ampia che ci porta direttamente alle Paralimpiadi. Gli atleti disabili, già dal 2007, gareggiano con i normodotati nella gare di distensione su panca che ora entra a tutti gli effetti nelle attività della Federazione. La FIPE – ha concluso – è quindi riconosciuta dall’International Paralympic Committee quale unica rappresentante in Italia del Sollevamento Pesi Paralimpico».

E tra gli impegni della FIPE c’è anche la formazione, rivolta non solo ai tecnici per andare oltre il mero gesto sportivo e promuovere una professionalità indispensabile per svolgere un importante ruolo sociale, specialmente in ambito giovanile. La Federazione, che ha qualificato cinquemila tecnici, porta la sua esperienza e professionalità anche all’interno delle Università e dal 2009 collabora con la National Strength and Conditioning Association (NSCA), associazione statunitense specializzata nella ricerca scientifica applicata allo sport che intende garantire la qualità dei professionisti del settore e detta, a livello mondiale, le linee guida dell’allenamento della forza.

La NSCA Italia è l’unico ente sul territorio nazionale autorizzato a organizzare gli esami nel nostro Paese, in lingua italiana, per il rilascio delle certificazioni internazionali NSCA di “Specialista nell’Allenamento e Condizionamento della Forza” (CSCS) e di “Personal Trainer Qualificato” (CPT). Tali certificazioni sono attualmente considerate tra le più prestigiose e importanti nel panorama sportivo mondiale.

Share

LEGGI ANCHE

Corretta alimentazione ed attività fisica: la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale fornisce utili consigli ai genitori e si sofferma sul significato di attività fisica e sul perché rivesta un ruolo così importante per la sal

La ricchezza? E' sopravvalutata. Per essere felici basta fare sport.

Centro Move Different Piscine Vicenza

Piscine di Vicenza, sinteticamente PdV, ha recentemente inaugurato il suo nuovo centro medico e il centro Move Different di

Hotel Irvine

La prima edizione dell'Annual Business Convention & Expo organizzata da AFS, la statunitense Association of Fitness Studios di cui la rivista Il Nuovo Club è media partner esclusivo per l'Italia, si

Body Groove

La "Too Fat -Too Thin Syndrome", la sindrome in virtù della quale chi ne soffre si vede talmente grasso da dimagrire in modo eccessivo, e dunque non salutare, può e deve essere vinta.

Un italiano su 3 è ossessionato dallo sport

Ossessionati dalla perfezione del corpo, abituati alle diete ipocaloriche o dipendenti da integratori e anabolizzanti, oggi ben un italiano su 3 (28%) sembra essere ossessionato dallo sport. Secondo gli esperti questo avviene perché, soprattutto a livello diletta