La nuova frontiera della riabilitazione neuro-motoria

Massimo Caputi
Autore: 
A cura della Redazione
Martedì, Dicembre 5, 2023
È nata AI4SPORT, startup attiva nell'integrazione di sistemi all'avanguardia per la ricerca e lo sviluppo di servizi innovativi nel settore della riabilitazione neuro-motoria, il cui CEO e fondatore è il noto giornalista sportivo Massimo Caputi.

In occasione della recente presentazione di Athar - East to West – la traversata in handbike della penisola dell'Arabia Saudita, dal Golfo Arabico al Mar Rosso, un’impresa sportiva con finalità scientifiche che vedrà protagonista Matteo Parsani, ingegnere con lesione spinale incompleta che percorrerà più di 3.000 chilometri nel deserto – è stata annunciata la nascita di AI4SPORT, startup attiva nell'integrazione di sistemi all'avanguardia per la ricerca e lo sviluppo di servizi innovativi nel settore della riabilitazione neuro-motoria. «Nella tradizione dell’attività sportiva, valore fondamentale della nostra organizzazione, abbracciamo la definizione più inclusiva di human functioning, concetto chiave dell’Organizzazione Mondiale della Sanità» ha detto Massimo Caputi (nella foto), noto giornalista sportivo, Ceo & Founder AI4SPORT.

AI4SPORT segue con estremo interesse le attività del Villa Beretta Rehabilitation Research Innovation Institute, diretto dal drottor Franco Molteni, riconosciuto a livello internazionale per il suo impegno sul connubio biologia-tecnologia. Il suo approccio innovativo, che integra sensoristica ambientale, wearable e intelligenza artificiale, permette di studiare dati multifattoriali sanitari essenziali per il sostegno e il recupero delle funzioni psico-fisiche. Queste attività si coniugano con l’expertise accademica di livello internazionale del Politecnico di Milano - Polo Territoriale di Lecco che parteciperà al progetto Athar con i laboratori Human Performance e WeCobot, fornendo l’expertise tecnica e scientifica nell’ambito dello studio della prestazione e dello sviluppo di tecnologie robotiche assistive avanzate. «Il nostro obiettivo congiunto – ha aggiunto Caputi – è integrare il Sistema Sport Italia e dedicare una particolare attenzione all'ambito paralimpico per la gestione dei processi riabilitativi. Il focus sarà su metodologie che permettano l'uso e la conservazione delle capacità psicofisiche, incentivando la pratica dell'attività fisica come vero e proprio stile di vita, migliorando di conseguenza la salute e la qualità della vita degli individui».

Partendo da queste premesse, AI4SPORT si impegna a essere un punto di riferimento nel panorama della riabilitazione sportiva e a promuovere la ricerca e lo sviluppo di soluzioni all'avanguardia per il benessere e la salute dell'individuo.

 

 

Share

LEGGI ANCHE