La presentazione del progetto Movimento per la Salute di A.N.I.F. Eurowellness

La presentazione del progetto Movimento per la Salute di A.N.I.F. Eurowellness big
Venerdì 23 novembre 2012, nel corso del Congresso Nazionale SIMG - Società Italiana di Medicina Generale

Palazzo degli Affari di Firenze, venerdì 23 novembre 2012, ore 15.30. Sono queste le coordinate spazio-temporali della presentazione ufficiale a tutti i medici di medicina generale, da parte di A.N.I.F. Eurowellness, del  Progetto Movimento per la Salute, in occasione della ventinovesima edizione del Congresso Nazionale SIMG - Società Italiana di Medicina Generale, che si terrà nella città gigliata il 22 e 23 novembre prossimi.

La neonata società Movimento per la Salute ha stretto un accordo di collaborazione con la SIMG, tra le maggiori società scientifiche in Italia, per la diffusione e la prescrizione dell’esercizio fisico da parte dei medici di medicina generale attraverso i centri che decideranno di aderire al progetto. L’iniziativa sarà annunciata, in “plenaria”, il 22 novembre, direttamente dal presidente SIMG Claudio Cricelli di fronte a migliaia di medici.

Il giorno successivo, nel corso del workshop intitolato Movimento per la Salute: il Progetto, verrà illustrato appunto il progetto dal presidente ANIF Giampaolo Duregon (nella foto) e dal responsabile nazionale area prevenzione della SIMG Luigi Canciani, con il coinvolgimento del partner tecnologico Dedalus S.p.A., più esattamente del capo progetto software Marco Bechini.

Movimento per la Salute – società costituita da soci benemeriti ANIF e da Dedalus S.p.A. –  si pone come fine primario l’incremento del numero di iscritti a fitness club e centri sportivi, coinvolgendo forze fino ad oggi esterne al settore, rivolgendosi, di fatto, ai circa 23 milioni di italiani sedentari che non vanno in palestra.

L’evento fiorentino, che potrebbe essere definito “storico”, è un importante, e purtroppo ancora raro, momento d’incontro tra classe medica e titolari e tecnici di fitness club e centri sportivi. Dunque un appuntamento imperdibile per gli operatori del settore che mai come ora possono cogliere la grande opportunità offerta dalla collaborazione con il comparto medico per diffondere nella popolazione italiana la pratica regolare di attività fisica.

La partecipazione al workshop è gratuita, ma poiché sono previste numerose adesioni, chi intende esserci è pregato di confermare la propria presenza inviando un’e-mail a anif@eurowellness.it, allegando il documento “conferma di partecipazione”, debitamente compilato, che può essere scaricato nel sito www.eurowellness.it.

Lo stesso documento può anche essere inviato via fax al numero 06.615.329.94, con l’indicazione dei nominativi, entro il 15 novembre 2012.

Share

LEGGI ANCHE

Ragazzo in palestra

Dopo la lunga chiusura imposta dall’emergenza Coronavirus, diversi sondaggi mostrano che un gran numero di iscritti ai club statunitensi e di altri paesi ha ripreso a frequentare il proprio club e molti altri si ripropongono di farlo non appena possibile, mentre altri studi, cond

Stralcio copertina e-book

Tra i nuovi e-book pubblicati da Editrice Il Campo figura Facebook Fitness Strategy di Carmine Preziosi, una guida pratica rivolta agli operatori di fitness club e centri sportivi per gestire in modo efficace la comunicazione attraverso Facebook.

Corso di fitness

ANIF - Eurowellness continua a monitorare l’andamento delle frequenze nei club successive al lockdown, osservando così l

Rainer Schaller

RSG Group GmbH, il colosso tedesco fondato da Rainer Schaller (nella foto) proprietario del networks

Stralcio locandina web conference

Nell’ambiti degli ANIF Talks, mercoledì  15 luglio,  alle 15.30, si terrà, in diretta, la web conference che vedrà protagonista Roberto Angeletti, titolare Fitway, società di consulenza rivolta al mondo dello sport, del

Cardiofitness in palestra

Un recente studio coordinato dal professor Zhen Yan della Facoltà di Medicina dell’Università della Virginia ha evidenziato che svolgere esercizio fisico con regolarità può ridurre il rischio di soffrire della sindrome da distress respiratorio, u