L'Annual Retention Convention di Paul Bedford

Convention in streaming
Sabato, Novembre 28, 2020
Anche gli operatori italiani possono partecipare, gratuitamente, alla sesta edizione del congresso tenuto dal guru della fidelizzazione e proposto in streaming il prossimo 3 dicembre.
La sesta edizione dell'Annual Retention Convention, organizzata dal Dottor Paul Bedford, noto come il “Guru della Retention”, si terrà in diretta streaming giovedì 3 dicembre.
All'edizione 2020 dell'annuale appuntamento, intitolato “Trasformare i Clienti in Comunità”, parteciperanno 5 speaker di caratura internazionale che vantano una solida esperienza maturata sul campo, lavorando a stretto contatto con numerosi operatori dell'industria del fitness.
Bedford è considerato, a livello internazionale, uno dei massimi esperti di una materia ampia e complessa come la fidelizzazione dei clienti e, non a caso, come relatore partecipa a congressi in tutto il mondo e come consulente ha assistito centinaia di club e catene in cinque continenti.
Grazie al sostegno degli sponsor, la partecipazione alla Convention è gratuita, anche per gli operatori italiani che comprendono l'inglese.
Per ulteriori informazioni e per iscriversi gratuitamente clicca qui.
Iscriviti alla Convention     Locandina Retention Convention 2020
Share

LEGGI ANCHE

Più  corsi ibridi e soluzioni multiservizio, è il fitness del futuro

Nonostante la pandemia abbia cambiato radicalmente le nostre abitudini quotidiane, privandoci di spazi come palestre, piscine e cinema per rinchiuderci in casa, 9 persone su 10 non intendono rinunciare all’attività fisica.

Ragazza sorridente in palestra

Pensare positivo per sentirsi meglio e rimanere ‘puri’. È’ il credo di un nuovo stile di vita nato, come spesso accade, negli Stati Uniti e dilagato in poco tempo in mezzo mondo, Italia compresa. Come funziona?

Studio Coldiretti

Che durante il lockdown di marzo il cibo avesse sostituito in larga parte quella socialità che, in una lontana epoca pre-Covid, ci teneva impegnati nelle ore extra-lavorative ce n’eravamo accorti: tutto d’un tratto, spaghetti e ciambelloni avevan

Londra

Le palestre avrebbero dovuto restare aperte nel Regno Unito.

Berlino

Un’azione legale collettiva contro il lockdown di un mese e la conseguente chiusura di palestre, piscine e attività ludiche.

Ragazza in palestra

La decisione presa con l’ultimo DPCM riguardo a palestre e piscine, e di fatto rinviata alla prossima settimana, ha creato una frattura all’interno del Comitato Tecnico Scientifico, segno – commenta Fiorenza Sarzanini nell’