LIIT, il workout ad alta intensità accessibile a tutti

LIIT
Autore: 
Redazione
Venerdì, Novembre 9, 2018
Lo studio condotto da Les Mills suggerisce un'alternanza di allenamenti ad alta e bassa intensità, per non arrivare a superare i 30/40 minuti settimanali al di sopra del 90% del proprio massimale.

L’importanza del giusto equilibrio vale anche nel mondo del fitness e dello sport: siamo soliti pensare che un allenamento HIIT (acronimo per High Intensity Interval Training) sia l’unica soluzione per un condizionamento fisico intenso. Tuttavia la ricerca condotta da Les Mills suggerisce che, allenarsi per più di 30-40 minuti a settimana al di sopra del 90% del proprio massimale, potrebbe risultare controproducente per la salute. Dunque, secondo i risultati ottenuti, si raccomanda l’alternanza di esercizi ad alta intensità – burpees, salti agli ostacoli e climbing – e allenamenti LIIT (acronimo per Low Intensity Interval Training), che prevedono movimenti simili ma dal ritmo decisamente più lento, con tempi di recupero più lunghi (circa due minuti) tra i vari circuiti.

 “Per riuscire a ottenere il massimo dei risultati da un allenamento HIIT, - ha dichiarato il professore Jinger Gottschall, esperto di chinesiologia alla Penn State University - consigliamo, basandoci sui dati raccolti, di bilanciare la sessione settimanale HIIT con altri workout, d’intensità cardiovascolare più bassa e minor forza.”

Una variante acclamata di allenamento LIIT è offerta dalla palestra londinese Blok che, tramite rulli di schiuma, bande e stretching, offre lezioni che risanino il corpo da dolori, sovraccarico e rigidità. In alternativa, è possibile prenotarsi per una lezione di stretching, dalla durata di circa 55 minuti, alla Core Collective che coinvolge tutta la massa muscolare, superiore e inferiore del corpo, in modo da facilitare la mobilità, il recupero e la prevenzione di incidenti.

 

Share

LEGGI ANCHE

IHRSA Passport

L'International Health, Racquet and Sportsclub Association, sinteticamente IHRSA, Associazione di Boston che riunisce e rappresenta migliaia di club a livello internazionale, ha recentemente lanciato la nuova versione del suo Passport Program, ch

Ricomposizione corporea

Un recente studio condotto dalla University of New South Wales di Sydney mostra che l’espulsione del grasso ha inizio nei polmoni.

Un italiano su due non fa attività fisica

Un italiano su due non pratica alcuna attività fisica e tra coloro che invece la fanno, il 26% si dedica allo sport meno di tre volte a settimana.

Yoga Wheel

A incoronarlo tendenza del fitness 2018 sono stati i social network, il mezzo di comunicazione che sempre di più, oggi, serve a dare risonanza a mode e correnti, tanto da lanciare veri e propri tend globali.

Oysho Sport Hub

Dopo le precedenti edizioni di Barcellona, Mosca, Madrid e Istanbul, il 25 ottobre è stata inaugurata, a Milano, l’ultima tappa della pop up gym targata Oysho (il noto marchio d’abbigliamento), con la partecipazione di illustri p

Verdura

A Oakland, in California, stanno facendo la loro comparsa i primi fitness club filo-vegani, dando vita a una nuova nicchia di mercato, unica nel suo genere.