McFIT, il fitness libero dal doping

Foto di gruppo workshop “Train Clean, Feel Good!”
Autore: 
Readazione
Mercoledì, Agosto 28, 2019
Le seconda edizione del workshop intitolato “Train Clean, Feel Good!” ha ribadito la “tolleranza zero” del network di club tedesco nei confronti dell’utilizzo di qualsiasi sostanza illegale e dannosa per la salute.

Train Clean, Feel Good!” è il claim scelto dalla nota catena di club McFIT per la seconda edizione del workshop organizzato per ribadire, ai propri club manager, l’impegno del brand per promuovere una pratica sportiva sana, che prende le distanze dal doping. Svoltosi a fine giugno nel club milanese di Viale Fulvio Testi – sede della filiale italiana del Gruppo tedesco – ha visto la partecipazione di prestigiosi relatori, tra i quali spicca il nome di Aristide Barraud (nella foto sotto). L’ex rugbista francese, oggi scrittore, era stato gravemente ferito nel corso degli attentati del Bataclan, avvenuti a Parigi nel 2015, e le conseguenze di quel tragico episodio lo hanno costretto a smettere di giocare a soli 28 anni. Il suo intervento è stata l’occasione per citare il suo libro intitolato Mais ne sombre pas che, partendo dalla sua storia, racconta un viaggio nella speranza e nella bellezza delle cose da costruire ogni giorno.

 

Aristide Barraud

 

L’attenzione di McFIT nei confronti di questo tema nasce dalla consapevolezza circa il diffuso e crescente utilizzo di sostanze illegali anche tra gli sportivi non professionisti, consapevolezza dalla quale discende una posizione molto chiara: tolleranza zero nei confronti del doping. Tutti i club della catena fondata da Rainer Schaller sostengono e motivano gli iscritti a raggiungere i propri obiettivi in termini di forma in modo onesto e pulito, senza mettere a rischio la propria salute.

«Nei club McFIT – ha detto Luca Torresan, responsabile marketing e comunicazione dell’azienda in Italia – si allena la più ampia comunità fitness d’Europa e il brand sente di avere nei suoi confronti della precise responsabilità. Non possiamo controllare i nostri abbonati, ma possiamo fornire informazioni sul training pulito e divulgare un messaggio chiaro circa la posizione di McFIT su questo tema. L’obiettivo dell’iniziativa Train Clean, Feel Good! è fornire ai club manager uno strumento che consenta loro di essere portavoce di questa filosofia all’interno dei club che gestiscono. È così che McFIT intende fare la sua parte nel contribuire alla sana evoluzione del fitness».

 

 

 

Share

LEGGI ANCHE

Che l'attività fisica faccia bene alla salute è un fatto ormai noto, ma ora sappiamo anche quanto, di preciso, muoversi allunghi la vita.

Smartphone in palestra

Urban Sports Club, l’applicazione ch

Cardiofitness in palestra

Un recente studio coordinato dal professor Zhen Yan della Facoltà di Medicina dell’Università della Virginia ha evidenziato che svolgere esercizio fisico con regolarità può ridurre il rischio di soffrire della sindrome da distress respiratorio, u

Esterno club Planet Fitness

Anche il mercato del fitness statunitensi è alle prese con le grandi difficoltà generate dall’emergenza Coronavirus, in virtù della quale molti club sono ancora chiusi.

Fitness digitale

Il lockdown ha imposto un’evidente accelerazione alla trasformazione digitale anche nel settore fitness.

Insegna Gold's Gym

Gold's Gym ha recentemente annunciato il lancio di un nuovo modello di business che va ad ampliare e diversificare la sua offerta in franchising e rende il noto marchio ancor più attrattivo, raggiungendo il target dei potenzia