Milano: la palestra sostenibile nel parco

Cartello esplicativo area fitness Parco Sempione
Autore: 
Redazione
Martedì, Febbraio 25, 2020
Il Comune di Milano, in collaborazione con Levissima, ha realizzato all’interno di Parco Sempione una palestra a cielo aperto dotata di attrezzi realizzati in plastica riciclata.

Dalla collaborazione tra il Comune di Milano e Levissima, è nata la nuova area fitness all’interno di Parco Sempione, inaugurata lo scorso 26 settembre nell’ambito della Milano Green Week e dotata di quindici stazioni i cui attrezzi e cartelli esplicativi sono stati realizzati con la plastica  riciclata raccolta nel corso della Milano Marathon (ben 7 tonnellate).

Il percorso vita già esistente all’interno di Parco Sempione è stato così rigenerato implementando il progetto condiviso con la Soprintendenza. Il risultato è un’area fitness perfettamente integrata nel contesto paesaggistico il cui fine è favorire l’inclusione, stimolare lo svolgimento di attività fisica e la diffusione di uno stile di vita sano.

 

 

«Siamo lieti di aver contribuito al restyling sostenibile di un punto vitale della città come il Parco Sempione ­– ha detto durante l’inaugurazione Federico Sarzi Braga, presidente e amministratore delegato del Gruppo Sanpellegrino , proprietario del marchio Levissima –, rendendolo ancora più vivibile e attrattivo per tutti. Lavoriamo per uno sviluppo sostenibile e lo facciamo in collaborazione con le istituzioni per coinvolgere le comunità locali in cui operiamo in iniziative di educazione al riciclo, che possano dare riscontri tangibili come la nuova area fitness. Un progetto dal valore sociale, economico e ambientale che dimostra concretamente il riuso della plastica, divenuta un bene utile al territorio e alle singole persone».

Share

LEGGI ANCHE

Vanessa Ferrari

Con l'hashtag la #iorestoacasa, anche la Federazione Ginnastica d'Italia invitata tutti a restare a casa, continuando però a fare esercizio, a mantene

FIBO 2019

L'edizione 2020 di FIBO, il principale evento espositivo dedicato al settore fitness e wellness a livello mondiale, era in programma alla fiera di Colonia

Basta jogging nei parchi, basta partitelle tra amici nel cortile di casa: AiCS rappresenta un milione di sportivi in Italia, a loro chiedo di stare in casa.

Un milione di euro ai reparti di terapia intensiva degli ospedali della Romagna, per l’acquisto urgente di postazioni e macchinari.

L'Università di Bologna non si ferma e dopo aver portato in modalità a distanza didattica, esami, lauree e i servizi all’utenza, da domani sbarca sui social con alcuni appuntamenti culturali e sportivi.

Con il decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri del 9 marzo scorso, il Governo guidato dal premier Giuseppe Conte ha esteso la 'zona rossa' a tutta l'Italia, nel tentativo di contenere e contrastare la diffusione del Coronavirus.