Riforma dello sport dilettantistico: segnali positivi dal Governo

Daniela Sbrollini e Giampaolo Duregon
Autore: 
Redazione
Mercoledì, Giugno 29, 2016
Il convegno ANIF-Eurowellness dello scorso 3 giugno ha fatto il punto sulla proposta di Legge promossa dall’Associazione e ha visto l’intervento dell’onorevole Daniela Sbrollini, Vice Presidente della XII Commissione Affari Sociali e Sanità della Camera con recente delega del governo allo Sport

La consueta edizione estiva del convegno annuale ANIF-Eurowellness, svoltasi il 3 giugno scorso nell’ambito di RiminiWellness e intitolato “Una legge per il futuro dello sport dilettantistico”,  ha fatto il punto sulla proposta di Legge promossa dall’Associazione e sulla quale il Presidente  Giampaolo Duregon dedica grandi energie da più di un anno, aggiustando di volta in volta il tiro per raggiungere gli obiettivi prefissati che spesso sono sembrati a portata di mano, ma che invece hanno continuato a sfuggire per incomprensioni e conseguenti dilatazioni dei tempi tecnici dei lavori. Finalmente la via parlamentare si è aperta alla manovra rispettandone i principi basilari. Duregon ha aperto il suo intervento ricordando i punti centrali su cui verte la proposta e sul lungo e tortuoso cammino che ha fin qui percorso: «Occorreva fare chiarezza – ha precisato – in un quadro legislativo incerto e non privo di contraddizioni, così come non far gravare sulle casse dello Stato i costi della Riforma, garantire agevolazioni fiscali, tributarie e lavoristiche agli enti sportivi dilettantistici prescindendo dal loro “status giuridico” per l’importanza della loro attività sul piano socio-sanitario e, da ultimo, garantire benefici ai lavoratori sul piano previdenziale».

L’apertura delle istituzioni nei confronti di questa importante iniziativa è stata confermata dalla partecipazione al convegno dell’onorevole Daniela Sbrollini (nella foto insieme a Duregon durante il convegno), Vice Presidente della XII Commissione Affari Sociali e Sanità della Camera e con recente delega del governo allo Sport, che ha confermato l’imminente avviamento del dibattito parlamentare sul progetto.

Duregon, entrando nei dettagli della proposta di legge, ha detto che per fare chiarezza sarebbe sufficiente inserire nel sistema associativo sportivo, costituito per lo più da Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche senza scopo di lucro, una Srl Ordinaria Dilettantistica che goda anch’essa di particolari agevolazioni fiscali e tributarie, ma di livello inferiore rispetto a quello di cui godono gli enti sportivi non lucrativi. Ha inoltre sottolineato che queste società svolgono lo stesso lavoro delle altre dilettantistiche e sono dunque meritevoli di agevolazioni, sebbene in misura minore, per l’alto valore che assumono sul piano sociale e sanitario. Ha inoltre assicurato che tali società, una volta liberate dai lacci e lacciuoli che le vincolano sul piano del reinvestimento degli utili, forniranno una potente spinta allo sviluppo dell’intero mondo dello sport. 

Daniela Sbrollini ha esordito sottolineando la validità del progetto legislativo messo a punto da ANIF, riconoscendo che il mondo dello sport dilettantistico da tempo attendeva un segnale dalla politica e che l’inesistenza del Ministero dello Sport può aver creato qualche difficoltà in passato. Ha rassicurato gli operatori presenti in sala affermando che la Delega allo Sport che ha ricevuto dal Consiglio dei Ministri le consente di muoversi con maggiore libertà nell’ambito delle Istituzioni che, a vario titolo, vantano competenze nel mondo dello sport dilettantistico. Promettendo di impegnarsi anche in questo ambito con la determinazione che ha sempre caratterizzato la sua azione politica, si è detta cautamente ottimista sui tempi dell’emanazione della Legge che colmerebbe alcuni importanti vuoti normativi senza collidere con le norme sul tappeto, compresa quella che porta la sua firma.

 

La versione integrale del resoconto del convegno ANIF-Eurowellness è pubblicato nel numero 151 della rivista Il Nuovo Club

Share

LEGGI ANCHE

Hotel Irvine

La prima edizione dell'Annual Business Convention & Expo organizzata da AFS, la statunitense Association of Fitness Studios di cui la rivista Il Nuovo Club è media partner esclusivo per l'Italia, si

Un italiano su 3 è ossessionato dallo sport

Ossessionati dalla perfezione del corpo, abituati alle diete ipocaloriche o dipendenti da integratori e anabolizzanti, oggi ben un italiano su 3 (28%) sembra essere ossessionato dallo sport. Secondo gli esperti questo avviene perché, soprattutto a livello diletta

Lezione indoor cycling Another Space

Il segmento di mercato composto dalle cosiddette "boutique", ovvero i club specializzati di piccolissime dimensioni, definiti anche studi, ha davanti a sé ulteriori e interessanti margini di crescita.

TalkS2018

Ormai la digitalizzazione permea in ogni ambito dei centri sportivi, dei fitness-wellness club e delle piscine.

Body Groove

La "Too Fat -Too Thin Syndrome", la sindrome in virtù della quale chi ne soffre si vede talmente grasso da dimagrire in modo eccessivo, e dunque non salutare, può e deve essere vinta.

Lezione di Pound

Dall'incontro di due batteriste ed ex atlete è nato, nel 2011, Pound, l'attività fitness che unisce yoga e Pilates, distinguendosi inoltre per l'utilizzo di bacchette leggermente ponderate, defi