A Roma il punto sul settore

8° International Standards Meeting
Autore: 
Redazione
Lunedì, Novembre 27, 2017
Nel corso dell'8° International Standards Meeting, organizzato da Europe Active e ospitato da ANIF Eurowellness il 23 e 24 novembre scorsi a Roma, l'attenzione è stata rivolta anche alla situazione del settore nel nostro Paese e alla proposta di legge di disciplina delle società sportive dilettantistiche

Si è aperto il 23 novembre, a Roma, presso il Forum Sport Center, l'ottavo International Standards Meeting organizzato da Europe Active e ospitato da ANIF Eurowellness.

La due giorni di Summit, dedicata ai requisiti formativi e agli standard del settore fitness e wellness, è stata introdotta da Gianpaolo Duregon (nella foto, secondo da sinistra), presidente ANIF, affiancato dal socio, Walter Casenghi (nella foto, terzo da sinistra), e da Angelo Desidera (nella foto, quarto da sinistra), membro del board di Europe Active. 

Nel discorso inaugurale, davanti a  una folta platea di operatori dall'Italia e dall'estero, un occhio di riguardo è stato rivolto alla situazione del settore nel nostro Paese e alla proposta di legge di disciplina delle società sportive dilettantistiche, con l'intervento dell'on. Daniela Sbrollini (nella foto, prima da sinistra). Con parole di apprezzamento per il 'lavoro di squadra' svolto, la parlamentare ha sottolineato gli obiettivi finora raggiunti che hanno permesso di fare confluire nella legge di bilancio attualmente  in discussione al Senato tre capisaldi della proposta, in materia di tassazione, IVA e contributi.

«Questo è stato un lavoro di squadra - ha ribadito l'on. Sbrollini - e deve continuare ad esserlo per ottenere quello che non abbiamo ancora ottenuto».

Share

LEGGI ANCHE

Più  corsi ibridi e soluzioni multiservizio, è il fitness del futuro

Nonostante la pandemia abbia cambiato radicalmente le nostre abitudini quotidiane, privandoci di spazi come palestre, piscine e cinema per rinchiuderci in casa, 9 persone su 10 non intendono rinunciare all’attività fisica.

Ragazza sorridente in palestra

Pensare positivo per sentirsi meglio e rimanere ‘puri’. È’ il credo di un nuovo stile di vita nato, come spesso accade, negli Stati Uniti e dilagato in poco tempo in mezzo mondo, Italia compresa. Come funziona?

Studio Coldiretti

Che durante il lockdown di marzo il cibo avesse sostituito in larga parte quella socialità che, in una lontana epoca pre-Covid, ci teneva impegnati nelle ore extra-lavorative ce n’eravamo accorti: tutto d’un tratto, spaghetti e ciambelloni avevan

Londra

Le palestre avrebbero dovuto restare aperte nel Regno Unito.

Berlino

Un’azione legale collettiva contro il lockdown di un mese e la conseguente chiusura di palestre, piscine e attività ludiche.

Ragazza in palestra

La decisione presa con l’ultimo DPCM riguardo a palestre e piscine, e di fatto rinviata alla prossima settimana, ha creato una frattura all’interno del Comitato Tecnico Scientifico, segno – commenta Fiorenza Sarzanini nell’