Run Walk Run, correre non è mai stato così facile

Autore: 
Redazione
Mercoledì, Luglio 19, 2017
Ideata dall’ex maratoneta olimpico Jeff Galloway, la Run Walk Run si basa su sessioni di corsa alternate alla camminata. E i benefici sono assicurati.

Non è facile rimettersi in forma dopo un lungo – o magari lunghissimo – periodo di sedentarietà. Ancor più difficile, forse, è ritagliarsi qualche momento da dedicare all’attività fisica, presi come siamo da quelle lunghe giornate fatte di appuntamenti concatenati, che poco lasciano al relax e al benessere. Ed è forse questa la ragione per cui il metodo di allenamento Run Walk Run – letteralmnete corri, cammina, corri – è diventato così popolare a livello internazionale. Perché è accessibile a tutti, spezza un’attività fisica attuabile un po’ dovunque, in palestra come al parco, in piccoli intervalli perfettamente gestibili, e al contempo offre parecchi benefici a chi la pratica.

Già a livello di resistenza cardiovascolare e muscolare, infatti, correre, poi camminare un po’, e correre di nuovo, comporta un incremento tempra fisica, fatte le prime sessioni ci si sente più energici e più forti, e quel senso di benessere invoglia a proseguire, e ad effettuare sempre più intervalli run e walk.

 

 

Ma come funziona questa metodologia di allenamento? Ideata dall’ex maratoneta olimpico Jeff Galloway, la Run Walk Run si basa su sessioni di corsa alternate alla camminata: si corre per 5 minuti, poi si cammina per 2, e di nuovo via a correre per altri 5 minuti. Il tutto ripetuto per mezz’ora, finché, via via che si acquisisce resistenza, si può proseguire a oltranza, arrivando anche a un’ora, per un allenamento stimolante e divertente, che brucia i grassi in eccesso senza però risultare troppo faticoso.

Ottima anche per chi è già abituato a correre, la Run Walk Run è un efficace antistress e contribuisce, spiega la fisiologa Heather Gannoe, in un articolo pubblicato su Healthyway. com. “aiuta a sconfiggere quello stato mentale che ci tiene ancorati al divano: il timore, cioè, che sia tutto troppo faticoso, e che perciò sia impossibile farcela”. Magari, spiega Gannoe, “correre 30 minuti può sembrare molto a chi non è abituato, ma alternando la corsa alla camminata il battito cardiaco non sale troppo, e perciò lo sforzo è controllato. In più gli intervalli consentono di spezzare l’obiettivo finale in microtappe che ci eviteranno lo stress generato dal calcolare i minuti mancanti alla fine dell’esercizio”.

Aumentando di 5 minuti l’esercizio ogni due sessioni, “l’ideale sarebbe svolgerlo due o tre volte la settimana”, crescerà anche la resistenza. “E in un attimo vi scoprirete a correre uno, tre e poi cinque chilometri senza nemmeno accorgervene”.

 

Share

LEGGI ANCHE

Diretta web McFIT, Virgin Active, Fit Express, Orange Palestre

In occasione della Giornata Mondiale della Salute, celebrata lo scorso 7 aprile, le catene McFIT, Virgin Active, Fit Express e Orange Palestre (membri di Fit.Comm

Locandina ANIF board EuropeActive

Lo scorso 6 aprile si è svolta l’Assemblea elettiva del Consiglio Direttivo EuropeActive e

Ristrutturazione edificio

n conformità a quanto predisposto dal

Rene Moos

Il 2020 è stato un anno durissimo per il settore a livello mondiale e la catena internazionale Basic-Fit non fa eccezione: i suoi 905 club low cost, dislocati in diversi paesi europei,

Martello del giudice

FSCFS, la federazione svizzera che riunisce gli imprenditori del fitness fondata nel 1994, ha recentemente annunciato la sua intenzione di presentare una richiesta di risarcimento danni al governo federale in seguito alla perdita di entrate gener

Acqua

L'acqua è fondamentale per la nostra sopravvivenza, per la produzione agricola, manifatturiera, energetica e persino per i trasporti. Mantenere l'accesso a forniture idriche affidabili e sicure è di primaria importanza affinché l’economia funzioni.